Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Il giornalista di la 7 è stato ospite al "Chiambretti night"

Paolo Colombo: "Nel calcio però di gay ce ne sono"


Paolo Colombo: 'Nel calcio però di gay ce ne sono'
29/09/2010, 18:09

MILANO – Come al solito il "Chiambretti night", si rivela una trasmissione ricca di novità e colpi di scena, anche su fatti e temi che sembrano ormai sopiti. Ospite dell’ultima puntata è stato il giornalista sportivo, Paolo Colombo, che nel 2008 aveva dichiarato la propria omosessualità. Ieri sera, il giornalista di la 7, ha scosso nuovamente il mondo del pallone, spiegando che l’omosessualità al contrario di quanto si voglia far credere è diffusa anche nel calcio.
Colombo, spesso per lavoro a stretta vicinanza con i calciatori, ha poi sottolineato: "Non parlare dell’omosessualità nel calcio è un’autodifesa di quel mondo. Nel calcio però di gay ce ne sono, me ne accorgo quando li intervisto. Nella Juve ce n’è uno che milita tra il centrocampo e l’attacco. Un altro ha lasciato il Milan e ora gioca altrove. Io stesso ho avuto una relazione con un calciatore straniero, alla fine degli anni 90, che poi si è sposato".
Il giornalista ha spiegato, che molte società hanno ritirato le foto di propri calciatori in compagnia di uomini, a volte anche nudi, sorpresi sulle barche. Ha poi concluso: "C’è una sorta di pudore da parte delle società per proteggere il giocatore, anche se poi l’anno dopo, lo stesso giocatore, viene immediatamente ceduto".

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©