Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Parco di Liternum, è di scena il teatro


Parco di Liternum, è di scena il teatro
29/09/2011, 10:09

E’ un omaggio alla speranza ed all’amore lo spettacolo che andrà in scena nella meravigliosa cornice naturale ed unica del Parco Archeologico e Naturalistico di Liternum a Lago Patria. L’appuntamento è per venerdì 30 settembre alle ore 21,00 per assistere allo spettacolo teatrale: “Le Donne l'Amore e.... Napoli”, un musicol scritto e diretto dalla poliedrica Antonella Fabbricatore, che ha messo in scena un’opera coinvolgente e dai toni critici e nel contempo sognanti che ha per protagonista Napoli. Non la solita Napoli, città unica al mondo, con le sue contraddizioni. Ma una Napoli che funziona a cui è dedicato un viaggio d’amore e di speranze possibili..

A Lago Patria, sul palcoscenico del meraviglioso Parco Archeologico e Naturale di Liternum, andranno in scena ballerine, attori, musicisti, cantanti e giornalisti per raccontare tutti insieme una bella storia a cui ha dato il patrocinio la Pro Loco Litorale Domitio, ente promotore del Parco archeologico e delle tante piccole e grandi iniziative per il territorio flegreo domitio.

Anche questo spettacolo concorrerà al mantenimento della gestione del Parco Archeologico e Naturalistico, che non beneficia di alcun fondo. Proprio per questo la Pro Loco Litorale Dominio s’insegna, per garantire ai visitatori ed agli utenti la possibilità di poter continuare ad entrare gratis e visitare il sito archeologico reso famoso da Scipione l’Africano che si ritirò sulle sponde del lago Patria negli ultimi anni della propria vita.

“Anche iniziative come queste servono a tenere alta l’attenzione su un sito archeologico minore come quello di Liternum, che ha tutte le peculiarità per offrire ai suoi visitatori una importante fetta di storia necessaria a recuperare il passato di questo territorio, che deve fare ancora molta strada prima di divenire comunità”, sottolinea il presidente della Pro Loco, Luigi De Martino.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©