Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Penisola sorrentina e monti lattari all’Expo di Milano


Penisola sorrentina e monti lattari all’Expo di Milano
31/01/2010, 18:01

Promozione di penisola sorrentina e monti lattari attraverso l’Expo Milano 2015. Questo il tema dell’incontro dibattito dal titolo “Una vetrina per il nostro territorio” svoltosi ieri sera al Castello Giusso a cui hanno partecipato Giulio Gallera, Capogruppo Pdl al consiglio comunale di Milano e componente della commissione per l’Expo 2015, Carmine Abagnale, consigliere al Comune di Milano e presidente della commissione sport e tempo libero, Gioacchino Alfano, deputato capogruppo della commissione bilancio della Camera dei deputati, Gennaro Cinque, sindaco di Vico Equense, Matteo De Simone, assessore al turismo del Comune di Vico Equense, Antonio Di Martino, consigliere del Comune di Vico Equense, Luigi Savarese, rappresentante Pdl giovani Vico Equense, Giovanni Ruggiero, sindaco di Piano di Sorrento, Enzo D’Aniello, presidente Proloco Piano di Sorrento, Angelo Sabatino, assessore del Comune di Casola di Napoli, Gino Vinci, presidente ordine ingegneri provincia di Napoli.
“L’Expo Milano 2015 dovrà essere un evento popolare e affascinante– ha affermato il consigliere Giulio Gallera – dovrà attrarre visitatori e canalizzarli nei luoghi più belli d’Italia. Verranno costruiti pacchetti turistici che includeranno penisola sorrentina e monti lattari. L’importante, però, è avere la capacità di fare sistema. I sindaci del territorio dovranno individuare i temi che uniscono tutte le singole realtà, temi forti nel settore alimentare, gastronomia, agricoltura e chiedere che l’Expo li valorizzi. Tra poche settimane ci sarà un incontro tra questi sindaci e Letizia Moratti per sottoscrivere un accordo con il Comune di Milano”.
L’Expo Milano 2015 è stato denominato di terza generazione. Rappresenta, cioè, il momento conclusivo di un processo in cui l’Italia coinvolge altri paesi nell’aiutare i territori sottosviluppati in progetti di cooperazione e di sviluppo.
“Ritengo che possiamo dare un valido contributo con l’agricoltura che caratterizza il nostro territorio – ha aggiunto l’assessore Matteo De Simone – questa, infatti, nonostante le peculiarità e le difficoltà di una terra non omogenea ha dato ottimi risultati in termini di prodotti di eccellenza, ne sono un esempio il limone e l’olio. La presenza, inoltre, di un numero elevato di ristoranti consacrati dalla stella Michelin testimonia la bravura di saper utilizzare al meglio i prodotti genuini che produce la nostra terra. Chiediamo di poter essere presenti alle conferenze organizzate durante l’Expo per portare la nostra esperienza”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©