Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Ignoranza del giornalista o volontaria disinformazione?

Per il TG1 Mills è stato assolto, l'Idv protesta



Per il TG1 Mills è stato assolto, l'Idv protesta
26/02/2010, 16:02

Chi ha potuto vedere oggi il TG1 ha potuto ascoltare il conduttore in studio, Paolo Di Giannantonio, dire che Mills è stato assolto dal processo che lo riguardava. E l'ha detto due volte: una prima volta quando ha letto i titoli e una seconda volta quando ha introdotto il servizio. Quindi non si tratta di un refuso o di un errore: era convinto quando lo diceva.
Ma Mills non è stato assolto, è stato riconosciuto colpevole del fatto di essere stato pagato dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Solo che la Corte di Cassazione ha stabilito che era trascorso troppo tempo dal reato, e quindi il reato è stato prescritto. Ma l'accertamento nel merito è stato effettuato e l'impianto accusatorio è stato mantenuto. E infatti anche nel servizio si diceva che il reato di Mills era stato prescritto, anche se poi veniva fatto il solito "panino": prima i pareri della maggioranza, poi quello di Bersani (che è difficile definire come opposizione, ndr) ed infine un lungo monologo del Ministro della Giustizia Alfano, in modo da far dimenticare i commenti di mezzo. La solita tecnica usata dai tempi in cui al TG1 era direttore Clemente Mimun.
L'Italia dei Valori ha protestato, attraverso il deputato Pancho Pardi, che in Commissione Vigilanza RAI ha detto: "'Qualcuno spieghi al Tg1 che l'avvocato Mills non e' stato assolto, come vuol far credere il centrodestra".
Resta il fatto che sono errori che dimostrano o una profonda ignoranza (termine da intendersi nel suo significato letterale, di mancanza di conoscenza) dei termini come "assoluzione" o "prescrizione", oppure una precisa volontà di disinformare coloro che seguono il TG. Scommettiamo che stasera ci sarà anche l'editoriale di Minzolini?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©