Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Sagome itineranti per le strade della città

“Pergolesi in Olimpiade”: il San Carlo per il sociale

Nell’attesa della stagione lirica partono alcune iniziative

“Pergolesi in Olimpiade”: il San Carlo per il sociale
19/01/2011, 11:01

NAPOLI - La Fondazione Teatro di San Carlo rinnova anche quest’anno l’impegno per il sociale. In scena la prova generale aperta al pubblico di “Pergolesi in Olimpiade”, per la regia di Roberto De Simone, il cui ricavato sarà devoluto al Don Orione Piccolo Cottolengo. Altra iniziativa della Fondazione è “Tassisti all’opera”, in collaborazione con le principali compagnie di radio taxi napoletane. L’iniziativa prevede il coinvolgimento dei tassisti nella comunicazione degli spettacoli, con vantaggi per gli stessi nella programmazione teatrale. “I bozzetti intineranti del Pergolesi in Olimpiade” è un’ ulteriore iniziativa del San Carlo, spiegata da Emmanuela Spedaliere, Direttore Marketing e Affari Istituzionali: “Il Teatro offrirà alla città una favolosa anteprima dell'opera proprio con la realizzazione delle sagome raffiguranti tre costumi di Odette Nicoletti, di 2,5 metri di altezza che percorreranno le strade più affollate del centro città. Nel corso di questa iniziativa il San Carlo sarà felice di omaggiare il suo pubblico con delle cartoline artistiche, riproduzioni in miniatura dei costumi dell'opera.  Con questa iniziativa il Teatro – continua la Spedaliere - vuole coinvolgere la città in un evento culturale che le appartiene doppiamente: Pergolesi in Olimpiade, che aprirà la stagione del Lirico, è infatti un'opera fortemente legata a Napoli, città nella quale ha studiato il compositore Giovanni Battista Pergolesi, ma soprattutto città natale del regista Roberto De Simone, già autore di lavori e regie teatrali indimenticabili come La gatta Cenerentola. La città di Napoli ha un appuntamento con la sua storia a cui non può mancare.”

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©