Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Pesca:Fermo 2011, cooperazione chiede a ministro Romano recupero fondi settore


Pesca:Fermo 2011, cooperazione chiede a ministro Romano recupero fondi settore
06/06/2011, 14:06

Il movimento cooperativo chiede al ministro Saverio Romano il recupero di fondi non utilizzati per il settore, attraverso un emendamento, da agganciare al DL “sviluppo”,per sostenere adeguatamente l’attuazione del fermo temporaneo di pesca, indispensabile strumento ecobiologico. Lo rendono noto l’Agci Agrital, la Federcoopesca-Confcooperative e la Lega Pesca, che sottolineano come l’emendamento non preveda alcun aggravio per le casse dello Stato, ma solo una “partita di giro” che fa perno sul fondo di rotazione. Secondo le associazioni l’emendamento potrebbe consentire di destinare all’interruzione temporanea dell’attività di pesca 9 milioni di euro non utilizzati a valere sugli stanziamenti del decreto a sostegno delle imprese di pesca (DM 10 giugno 2010), che si andranno a cumulare ai 13 milioni previsti dal Fondo europeo per il settore (Fep). “Con un plafond di 22 milioni di euro, si può ragionare su una sospensione dell’attività anche di 45 giorni. Le sole risorse comunitarie non consentirebbero, invece, di indennizzare tutte le imprese di pesca, costrette ad una inattività prolungata” concludono i presidenti Buonfiglio (AGCI Agrital), Coccia (Federcoopesca-Confcoopertive), Ianì (Lega Pesca).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©