Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

PEZZALI, LA CRIMINALITA', GLI ANNI '80. E IL NUOVO SINGOLO


PEZZALI, LA CRIMINALITA', GLI ANNI '80. E IL NUOVO SINGOLO
20/05/2008, 19:05

Meno male. C’è Max Pezzali a tirarci su con il nuovo brano “Mezzo pieno o mezzo vuoto”, singolo di lancio del suo primo album live. L’ex 883 discorre su “quest'ansia collettiva che ci ha presi tutti e che ci spinge a pensare che si stava meglio prima. Qualche volta, di fronte al bombardamento di notizie angoscianti cui siamo sottoposti, anch’io ho pensato che quando ero giovane le cose andavano meglio, ma - dice il quarantenne cantautore all’Ansa - poi mi sono reso conto che non è così”. Il cantante prova a tracciare delle differenze tra gli anni ottanta ed ora: “La microcriminalità – dice - oggi è in mano agli extracomunitari, ma la mia generazione aveva i delinquenti per eroina, così come la violenza negli stadi era ben peggiore negli ’80 di quanto non lo sia ora e gli scontri tra bande di ragazzi, come paninari contro mod’s (chi non ricorda le numerose vittime di tali scontri? ndr) erano all’ordine del giorno. Ma, si chiede davanti a Gioia Giudici, “si stava davvero così bene?”.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©