Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Piemonte: parte il digitale terrestre, ma senza la RAI


Piemonte: parte il digitale terrestre, ma senza la RAI
21/05/2009, 13:05

Ieri era il giorno dello switch-over, in Piemonte, cioè il giorno in cui RAI 2 sarebbe passata sul digitale, spegnendo le trasmissioni in analogico. E così ieri i cittadini piemontesi hanno acceso la TV, col loro bel decoder digitale nuovo, interno o esterno... e hanno trovato la bella sorpresa di non vedere nulla. Infatti la RAI si è ben guardata di avvisare anche di un avvenuto cambiamento di frequenze. Coloro che avevano la ricerca automatica l'hanno trovato, ma per gli altri è stato panico e rabbia. I centralini della RAI sono andati in tilt, subissati da oltre 10 mila telefonate. Tanto che dopo un po' sono cominciati a scorrere, sugli schermi di RAI 1 e RAI 3 i rulli in cui avvisavano del disguido.
Tuttavia molti piemontesi sono rimasti lo stesso senza RAI. Infatti, come è già successo in Sardegna, le antenne RAI non hanno provveduto all'aumento di potenza necessario a compensare la necessità di poter ricevere il segnale nitido, per poter vedere la TV digitale. E quindi anche in Piemonte, come in Sardegna, aumenteranno sempre più coloro che per vedere la RAI dovranno ricorrere alle parabole satellitari. Per la gioia di Rupert Murdoch e di Sky.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©