Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Pizzerie certificate, a Napoli se ne contano bel 15


Pizzerie certificate, a Napoli se ne contano bel 15
30/07/2011, 10:07

Napoli_ Estate tempo di pizze. E, in questo settore, l'eccellenza non può che essere napoletana.

Forte dell'antica tradizione, degli ingredienti, dei suoi protagonisti.

Ad oggi ben quindici esercizi sono entrati nell'olimpo delle pizzerie certificate. Grazie al lavoro di Sergio Miccù, Presidente Associazione Pizzaiuoli Napoletani. Eccoli i magnifici quindici: Nando Vesi di Pizzeria Vesi, Tommaso Palumbo di Pizzeria San Gennaro, Michele Croccia di Pizzeria La Pietra Azzurra, Vincenzo e Raffaele Giustiniani di Pizzeria CapaTosta, Antonella Serapo di Pizzeria I Decumani, Marco Amoriello di Pizzeria dal Guappo, Gino Sorbillo di Pizzeria Sorbillo, Antonio Starita di Pizzeria Starita a Materdei, Enzo Cacialli di Il Pizzaiuolo del Presidente, Salvatore Di Matteo di Pizzeria Di Matteo, Salvatore Salvo di Pizzeria Salvo, Umberto Fornito di Antica Pizzeria Frattese, Luigi Cippitelli di Pizzeria Voglia di Pizza, Lello Magnetti di Pizzeria Grotti Bianche, Marcello D’Erasmo di Pizzeria MammaRosa.

Un numero che andrà sempre più crescendo. La storia è nota, nel 2009 il Comitato Europeo delle denominazioni geografiche procede al riconoscimento della “Pizza Napoletana”, istituendo anche il primo organismo autorizzato alla certificazione: l’Is.Me.Cert. di Napoli e nel 2010 il riconoscimento diviene regolamento della Commissione Europea.

Il disciplinare europeo sulla pizza STG, stabilisce i ferrei criteri del processo di preparazione e della scelta degli ingredienti. Tra questi, la farina ricopre un ruolo importante, per le determinate caratteristiche merceologiche del grano selezionato e della sua lavorazione. La Farina di grano tenero “00” del Molino Caputo, usata per la pizza, ha ovviamente ottenuto il riconoscimento ufficiale. Seppur sia importante che uno degli ingredienti principali della pizza, la farina, sia certificata, l’aspetto più rilevante e l’obiettivo finale di questo percorso di qualità, è la certificazione delle pizzerie, perché ciò rappresenta una garanzia per il consumatore finale e per le stesse pizzerie. Impegno nell’attività commerciale e nella diffusione della cultura della qualità.

Per tutti gli appassionati da segnalare il prossimo appuntamento con il gusto e la tradizione

della pizza: Pizza Village, dal 7 al 11 settembre, alla Mostra d’Oltremare di Napoli.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©