Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Pesante caduta di stile del deputato del Carroccio

Polledri (Lega) e la battuta hot fatta alla Picierno (Pd)



Polledri (Lega) e la battuta hot fatta alla Picierno (Pd)
24/06/2011, 15:06

ROMA - Pesante caduta di stile (si potrebbe dire "come al solito") da parte di un deputato della Lega. E' avvenuto giovedì, durante la puntata di Agorà, su RaiTre, condotta da Andrea Vianello.
Tra gli ospiti ci sono Massimo Polledri, cinquantenne psichiatra eletto nelle file della Lega Nord, il sottosegretario Elisabetta Casellati e la deputata del Pd Pina Picierno. Quest'ultima sta cercando di articolare un discorso - interrotta, come succede sempre, dalla Casellati, la quale non riesce a stare zitta un solo secondo, quando è in video - e ad un certo punto dice: "...i leghisti, mentre da Pontida lanciano segnali di celodurismo, arrivano a Roma e si calano le braghe". La risposta di Polledri è molto volgare: "Se ci caliamo le braghe, c'è una bella sorpresa per te".
La Picierno non lo sente, ma il conduttore sì. E quando c'è una pausa, invita il deputato leghista a scusarsi, cosa che viene fatta a mezza bocca e senza particolare entusiasmo. E comunque Polledri non è nuovo a queste cose: qualche mese fa è stato lui ad insultare la deputata Ileana Argentin, che voleva denunciare in aula le minacce di cui era stato vittima il suo accompagnatore (la Argentin ha un handicap e si muove con la sedia a rotelle) da parte di un deputato del Pdl, dicendole: "Ma fate stare zitta questa handicappata".
Ma la cosa più squallida è stata il sostegno che le donne leghiste in Parlamento hanno offerto al proprio collega di partito, come dimostra un comunicato firmato da Erica Rivolta ed Emanuela Munerato, entrambe del Carroccio: "Fa sorridere che persone abituate ad organizzare i gay pride - si legge in un comunicato firmato da Erica Rivolta ed Emanuela Munerato del Carroccio - si ergano a portabandiera del moralismo. Se una persona mette in dubbio la virilità e la coerenza di qualcuno e di un intero movimento come minimo una battuta di risposta se la merita. Chi realmente si dovrebbe vergognare e chiedere scusa per un tale comportamento sono quelli che creano il mostro da mettere alla gogna per farsi pubblicità"
Resta solo l'impressione generale, che è pessima come sempre: evidentemente se non sono cafoni e maleducati, nel Pdl e nella Lega non li vogliono.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©