Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Pomigliano Jazz torna a casa: live con Michel Portal


Pomigliano Jazz torna a casa: live con Michel Portal
08/09/2011, 12:09

Dopo l’apertura con Richard Galliano, Raiz e l’Orchestra Napoletana di Jazz alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile e il piano solo di Enrico Pieranunzi al Palazzo Mediceo di Ottaviano, il Pomigliano Jazz Festival torna a casa.

Venerdì 9 settembre la rassegna diretta da Onofrio Piccolo approda nella sua location naturale, il Parco Pubblico di Pomigliano d’Arco, dove a partire dalle 20.30 il bassista Pippo Matino darà vita – con una band di 8 elementi – a un concerto omaggio al grande Joe Zawinul. Con lui sul palco diversi ospiti, dal fisarmonicista Antonello Salis al percussionista brasiliano Jorge Bezerra (collaboratore di Zawinul nei Syndicate), fino alla partecipazione speciale di James Senese. A seguire, due leggende del jazz europeo: il 76enne compositore-sassofonista Michel Portal e il clarinettista Louis Sclavis, accompagnati da Eric Echampard alla batteria e Bruno Chevillon al contrabbasso. Infine, sul palco allestito in piazza Mercato (dalle 23) l’esibizione del quartetto del sassofonista Marco Spedaliere.

Oltre ai concerti, Pomigliano Jazz ospita numerosi eventi e iniziative a ingresso gratuito. Come i seminari di guida all’ascolto del jazz diretti dal pianista Francesco Nastro e dal critico musicale Pietro Mazzone, i laboratori creativi per bambini, la mostra-workshop con il fotografo romano Simone Cecchetti organizzata dall’associazione Luna di Seta, le guide di SoundContest, e la mostra “I colori del jazz” a cura di Carmine d’Onofrio, dedicata alle copertine dei dischi jazz. Al Museo della Memoria di Pomigliano d’Arco si tiene, parallelamente, “Chiamata alle Arti”. Una mostra collettiva organizzata in collaborazione con il settore Politiche Giovanili della Regione Campania attraverso l’Osservatorio Culture Giovanili e l’ANCI Campania, che ospita le opere di giovani artisti: un affascinante viaggio esplorativo tra scrittura creativa, performing art, pittura, scultura, fotografia, arti digitali e fumetti.

Infine, novità assoluta di questa XVI edizione, gli itinerari turistici gratuiti alla scoperta del territorio nolano e vesuviano. Una serie di tour e visite guidate ad alcuni siti di grande interesse storico, artistico e naturalistico: le Basiliche Paleocristiane di Cimitile, il borgo medievale Casamale, gli scavi di una villa d’età Augustea, il Museo della Civiltà contadina e il complesso di Santa Maria del Pozzo a Somma Vesuviana, il Palazzo Mediceo e il sentiero “Lungo i Cognoli” ad Ottaviano, la Strada Matrone e la Valle dell’Inferno nel boschese, il Gran Cono del Vesuvio e gli scavi di Ercolano.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©