Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Ministro alla presentazione dell' XI Settimana della Cultura

Pompei, Bondi rilancia il commissariamento degli scavi


.

Pompei, Bondi rilancia il commissariamento degli scavi
15/04/2010, 14:04

POMPEI – Messe da parte le polemiche, relative ai danni subiti dal maltempo che hanno fatto parlare in molti di mal gestione del sito, è tempo di bilanci positivi per gli Scavi di Pompei. L’occasione è stata la presentazione, avvenuta stamattina, dell’ “XI Settimana della Cultura” in programma negli scavi di Pompei da lunedì 19 a domenica 25 aprile e che prevede l’ingresso gratuito per tutti i cittadini ai musei e alle aree archeologiche. Al tavolo del dibattito, il Ministro per i Beni e Attività Culturali, Sandro Bondi, il neo presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro, e il commissario all’emergenza archeologica negli scavi, Marcello Fiori.
E proprio da Fiori, l’uomo al tempo stesso più apprezzato e criticato degli ultimi mesi, è partito il discorso più atteso, quello riguardante il bilancio degli ultimi mesi di gestione del patrimonio dell’Unesco. “Negli ultimi diciotto mesi sono arrivati dal Governo finanziamenti per oltre 100milioni di euro. Un investimento cospicuo, - afferma il commissario all’emergenza archeologica - segno di come da Roma prestino attenzione alla bontà del lavoro svolto qui a Pompei. Solo parte di questi fondi sono stati già utilizzati, altri invece serviranno all’apertura di prossimi cantieri all’interno del sito archeologico. Questo perché è impossibile pensare di fare tutto e subito, altrimenti saremmo costretti a chiudere gli scavi per qualche mese ed occuparci esclusivamente dei lavori di manutenzione”.
D’accordo con il lavoro svolto il Ministro Sandro Bondi: “Credo che Fiori abbia svolto un ottimo lavoro. Gli scavi di Pompei sono un sito importante, e per cui bisognerebbe studiare l’affidamento ad una catena di imprese, così come fatto anche per altri siti culturali italiani. Ma il commissariamento è forse la soluzione migliore per l’attuale momento. Se poi contiamo che negli ultimi mesi sono aumentate anche le visite agli scavi e gli incassi dell’ultimo anno raggiungono la cifra di 30milioni di euro, allora credo che il commissariamento possa essere anche prorogato, magari per un altro anno ancora”.
Gli fa eco il presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro: “Il commissariamento si è dimostrata la scelta più giusta per il bene del sito archeologico. Giusto, dunque, continuare su questa linea e riprendere, anche se con altri volti alla carica, il percorso curato fino ad ora da Marcello Fiori”.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©