Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Positano 2013 Mare, Sole e Cultura


Positano 2013 Mare, Sole e Cultura
17/07/2013, 10:54

POSITANO - Dopo una serata incentrata sui legami e sul valore intimo delle esperienze umane, che ha visto la partecipazione di Titti Marrone e Antonio Monda, Positano 2013 Mare, Sole e Cultura, quest’anno dedicata al tema «Il mare aperto della parola», prosegue con un incontro dedicato alla salute del benessere fisico e mentale.

Giovedì 18 luglio 2013 (Terrazza Marincanto –ore 21.00) Gianluca Mech autore di “Dimagrisci con la Tisanoreica” (Mondadori) approfondirà nei dettagli il metodo Tisanoreica, un regime alimentare disintossicante, del fisico e dello spirito. Ad accompagnarlo in questo percorso alla ricerca dell’armonia esteriore ed interiore, lo scrittore e filosofo Luciano De Crescenzo, autore del volume “Garibaldi era comunista” (Mondadori), e lo scrittore noir Andrea G. Pinketts, autore di “Depilando Pilar”(Mondadori).

Scegliere la Tisanoreica significa dimagrire, in salute, senza rinunciare al piacere del cibo. Gianluca Mech svelerà i segreti della dieta di cui tutti parlano, spiegando i fondamenti scientifici su cui si basa e insegnando come seguirla nel migliore dei modi, regalando anche tante gustose ricette che rendono il mettersi a dieta un piacere.

Dietro la Dieta Tisanoreica ci sono mille storie a lieto fine che mi riempiono la vita e a volte mi commuovono. – racconta Gianluca Mech nella prefazione – Non pretendo di essere un guru dell’alimentazione come qualcuno mi ha definito, ma piuttosto un amico competente che può aiutare a dimagrire, a vantaggio anche della salute dell’individuo. E senza riprendere i chili smaltiti appena conclusa la dieta”.

E se da un lato Gianluca Mech rivelerà come è possibile ristabilire l’equilibrio interiore attraverso la cura del proprio corpo, dall’altro Luciano De Crescenzo dimostrerà come il buon umore possa affondare le proprie radici in luoghi inaspettati, come tra le pagine di un libro di storia.

"Il guaio è che da studenti ci siamo abituati a vedere i personaggi storici in maniera semplificata. – spiega Luciano De Crescenzo -Alcuni ci sembrano buoni come il pane, pronti a lottare ogni giorno per il bene e per i deboli, in ogni momento generosi e coraggiosi, altri ci sembrano invece personaggi terribili, crudeli, che godono come pazzi soltanto quando vedono soffrire il prossimo. Siamo seri, le cose non possono stare proprio così."

La rassegna prosegue venerdì 19 luglio (Terrazza Le Agavi –ore 21,00) con Clemente Mimun, autore di “Ho visto cose…” (Mondadori), che insieme a Vittorio Feltri e Gennaro Sangiuliano, attraverso aneddoti a volte seri, altre divertenti e appassionati, ripercorrerà i cambiamenti che hanno caratterizzato la Prima e la Seconda Repubblica, analizzando  i meccanismi del cosiddetto servizio pubblico, la Rai, e della tv commerciale. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©