Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

POSITANO: FESTIVAL DEI QUARTIERI


POSITANO: FESTIVAL DEI QUARTIERI
01/10/2008, 10:10

Positano da venerdi 3 ottobre vivrà tre giorni di magia per il Festival dei Quartieri, da venerdi a domenica Montepertuso, Liparlati e la Spiaggia Grande saranno al centro di iniziative culturali, organizzate dal Comune di Positano. Per tre giorni nella perla della costiera amalfitana si vivrà un vero e proprio "Triangolo del gusto" con decine di straordinari eventi, fattorie didattiche per i bambini, escursioni, musica, spettacoli, degustazioni e domenica l'incontro con le Città Slow di cui Positano è fra le fondatrici.

 

 

 

I Quartieri proprio per la caratteristica conformazione urbana del paese, sono quanto mai indicativi della tradizione e della storia di Positano. Infatti proprio lo sviluppo in verticale del paese e la conseguente mancanza di una centralità, di una grande piazza principale, rendono i quartieri dei piccoli microcosmi che nei secoli ne sono stati una vera e propria anima portante. Forse in nessun altro paese come a Positano i vari quartieri e frazioni conservano tali e tante peculiarità da farli sembrare dei villaggi a sé stanti, ed è proprio l’unione di queste macroindividualità che, probabilmente, genera quella strana energia che da sempre attrae turisti e letterati.La città di Positano presenterà i contadini, gli artigiani, i materiali di un tempo e le antiche feste di devozione popolare con i suoni, i balli e i canti ad esse collegati nonché i canti eseguiti durante il lavoro nei campi e la migliore gastronomia locale dell’intera area campana.

 

 

 

Allo scopo di sensibilizzare sempre maggiormente le nuove generazioni alla conoscenza e alla difesa del territorio e delle sue tipicità organizzeremo degli incontri formativi all’interno dei quartieri fra alcune fattorie didattiche, gli alunni dell’Istituto Comprensivo di Positano, addetti stampa estera invitati per l’occasione e ospiti stranieri che aderiranno agli inviti presenti nelle strutture ricettive. Seguirà poi un’escursione guidata all’interno del quartiere per valorizzare il nostro patrimonio sentieristico e storico-culturale.Avranno luogo anche delle visite guidate ai laboratori dell’artigianato locale (moda e ceramica).

 

Ogni serata sarà arricchita dalla presenza di stands allestiti dalle aziende agricole del territorio per promuovere i prodotti d’eccellenza della Regione Campania e si concluderà con balli e canti della tradizione.

 

 

 

La serata finale, che si terrà presso la Marina Grande di Positano, sarà dedicata alla promozione della Mozzarella di Bufala Campana DOP, del Limone Costa d’Amalfi IGP, del Vino Costa d’Amalfi DOC, Olio Cilentano DOP. Questi prodotti di pregio della Regione Campania incontreranno una delegazione delle Città Slow Italiane, invitate per l’occasione dal Comune di Positano anch’esso Città Slow, per l'occasione i ristoranti di Positano si impegneranno a pubblicizzare all’interno del proprio menu la presenza di uno o più piatti della tradizione gastronomica campana, preparati con l’utilizzo di prodotti certificati. Un’importante aiuola permanente verrà allestita al centro del paese (piazza dei Mulini), realizzata da operatori che garantiranno lo standard “Fiori della Campania”. Il logo di “Costiera dei Fiori” campeggerà alla testa dell’aiuola.

 

 

 

Sarà un’ occasione per promuovere con il dovuto anticipo l’evento che a settembre offrirà un’importante vetrina nazionale e internazionale ai prodotti e all’agricoltura campana. Ancora una volta grazie a questa idea progettuale e alla programmazione e alla realizzazione di tutti gli eventi della manifestazione, Positano sarà l’artefice della diffusione dei principi di tutela dell’ambiente, di comportamenti etici e di responsabilità sociale quali ulteriori valori da proteggere e da promuovere per la costruzione di una forte identità collettiva condivisa.I protagonisti dei singoli eventi saranno i cittadini di Positano e i turisti abituali e non: avranno un ruolo e soprattutto attraverso i racconti, le rievocazioni, le degustazioni delle pietanze di una volta consolideranno il legame con le proprie radici, la consapevolezza del senso di appartenenza ad una terra

 

 

 

"Questa iniziativa è nata dall'esperienza di Quartieri aperti alla quale abbiamo voluto apportare dei cambiamenti nell'ottica di valorizzare il percorso culturale - spiega l'assessore alla cultura del Comune di Positano Adele Cuomo -. Importantissimo il coinvolgimento dell'istituto comprensivo di Positano che da un enorme valore aggiunto alla manifestazione. L’obiettivo di questa manifestazione legata al marchio “Costiera dei Fiori” è quello di far conoscere e comprendere meglio l’ambiente in cui vivono gli abitanti di Positano, della nostra regione, i loro modi di vivere, il lavorare degli adulti, la storia, le tradizioni. Saranno aperti al pubblico 3 quartieri profondamente legati alla storia e allo sviluppo socio-culturale di Positano nel primo week-end di Ottobre, periodo di maggior affluenza di ospiti stranieri. Ulteriore elemento di novità quest’anno sarà il coinvolgimento delle associazioni locali culturali e musicali, che ringraziamo per il loro impegno, che animeranno le serate in programma."

 

.

 

PROGRAMMA DEGLI EVENTI

 

 

 

 

 

Venerdì 3, Quartiere Montepertuso (percorso Gradoni – Cappella – Pestella – Chiesa)

 

Ore 16.00 - Escursione guidata con partenza dalla “Fontana vecchia” e arrivo ai ”Gradoni” a cura dell'associazione Gea

 

Ore 17.00 - Incontro con la fattoria didattica “La casa del ghiro”, che illustrerà il percorso didattico: “dal grano al pane, dal latte al formaggio, dall’uva al vino”.

 

Il percorso sarà animato dal trombettista Stefano D’Urso, dalla chitarra e mandolino di Nino e Mario.

 

Ore 20.00 – Sala parrocchiale, concerto di Maria Gargiulo e le flautiste

 

Ore 21.00 – Live music con i “Senso Unico” e degustazione dei prodotti tipici della Regione Campania

 

 

 

Sabato 4, Quartiere Liparlati (percorso Liparlati – Piazza Bellina – Crara Nova)

 

Ore 16.00 - Escursione guidata con partenza da “Via Kempff” e arrivo al “Cimitero monumentale” a cura dell'associazione Gea

 

Ore 17.00 – Visita al cimitero monumentale e alle ville settecentesche di Via S. Croce con la guida del professor Romolo Ercolino.

 

Ore 18.00 - Incontro con la fattoria didattica “La Ginestra”, che illustrerà il percorso didattico: “La vita delle api e il miele”.

 

Lungo il percorso animeranno la serata la chitarra e il mandolino di Nino e Mario

 

Ore 21.00 – Live Music con gli “Spillenzia” e degustazione dei prodotti tipici della Regione Campania

 

 

 

Domenica 5, Quartiere Spiaggia Grande

 

Ore 10.00 – Esposizione e degustazione dei prodotti d’eccellenza “Città Slow” (Abbiategrasso, Greve in Chianti, San Daniele)

 

Ore 16.30 - Incontro tra le Città Slow e i prodotti d’eccellenza della Regione Campania, con esposizione e degustazione.

 

Ore 18.00 – Spiaggia Grande , “I murattori”.

 

Ore 20.00 – Chiesa Madre, concerto a cura della Parrocchia S. Maria Assunta di Positano.

 

Ore 21.00 – Piazza del Saracino, Live Music con Pino Rispoli

 

Ore 22.00 – Rotonda, Spiaggia Grande, musica popolare con il gruppo “Tammore”.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©