Cultura e tempo libero / Clubbing

Commenta Stampa

Premiati ieri a Napoli i 5 sindaci “migliori amministratori”


.

Premiati ieri a Napoli i 5 sindaci “migliori amministratori”
01/07/2011, 15:07

E’ stata una vera standing ovation quella attribuita ieri sera da una Galleria Umberto gremita all’inverosimile per i Sindaci di Bari Michele Emiliano, di Salerno Vincenzo De Luca, di Bolzano Luigi Spagnolli, i sindaci di Portici Vincenzo Cuomo e di Massa Lubrense Leone Gargiulo che hanno ricevuto il Premio Città di Partenope come migliori amministratori italiani.
Nel corso dell’evento organizzato da Città di Partenope e dalla Fondazione Troncone in Galleria Umberto I sono stati premiati gli amministratori pubblici, gli enti ed i cittadini distintisi per aver perseguito l’eccellenza nella buona amministrazione e nel senso civico.

Cinque sono state le sezioni del premio, tra le quali: amministratori pubblici, media, istituzioni e legalità, cittadinanza umanitaria ed imprese.
Un riconoscimento particolare è stato dedicato ai direttori de Il Mattino Virman Cusenza, del Corriere del Mezzogiorno Marco Demarco, del Denaro Alfonso Ruffo e de Il Roma Antonio Sasso ed ai caporedattori delle edizioni campane di Repubblica Giustino Fabrizio e del TgR Massimo Milone, per aver contribuito con attenzione e scrupolo a fornire un’informazione puntuale ai cittadini anche in momenti di grave crisi come l’ultima emergenza rifiuti.
Protagonisti sono stati poi il sociale e la cultura: in questo ambito sono stati premiati personaggi ed istituzioni che negli anni si sono distinti a Napoli e nel territorio per alti meriti nel campo della solidarietà sociale e della promozione culturale, come Margherita Dini Ciacci, fondatrice dell’Unicef Italia e Presidente del Comitato Unicef Campania, le educatrici che lavorano al progetto per il sociale della Fondazione Valenzi, l’ultracentenario Pio Monte della Misericordia, il musicista Patrizio Trampetti e l’orchestra giovanile Sanitansamble dell’associazione “Altra Napoli”.

Per il mondo dell’imprenditoria sono stati premiati invece Giuseppe Di Gennaro che con la Di Gennaro Spa rappresenta un modello virtuoso per la gestione dei rifiuti riciclabili, l’imprenditrice antiracket Silvana Fucito e Massimo Vernetti per aver restituito al centro di Napoli il Garage Morelli.

“I valori di Città di Partenope sono i valori del Sindaco di Napoli. – ha dichiarato Luigi de Magstris - Bisogna ripartire dalla legalità per dare speranza alla città”.

“Napoli ce la può fare e tutti dobbiamo dare una mano. - ha dichiarato il Sindaco di Bari Michele Emiliano- Il Mezzogiorno dipende dalle sorti della città e confidiamo nella tenacia dei cittadini napoletani che ammiro profondamente, perché anche nei momenti di disagio più profondo sanno mantenere una grande dignità e la volontà di ripartire”.

“Se Napoli riparte, riparte il Paese. – ha dichiarato il Sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli – il Mezzogiorno non è una questione che interessa solo una parte del paese; la competitività del Mezzogiorno è anzi una questione strategica per tutti noi, dal nord al sud Italia”.

Bisogna lavorare duro tutti insieme per restituire a Napoli il suo ruolo di Capitale Europea. – ha dichiarato Vincenzo De Luca - L’esperienza di Salerno nell’ambiente, nella sicurezza e nella trasformazione urbanistica dimostra che con scelte amministrative coraggiose e condivide si possono ottenere grandissimi risultati”.

“Siamo orgogliosi – dichiara il fondatore di Città di Partenope Claudio Agrelli – di aver ancora una volta contribuito con il nostro ambizioso progetto a offrire alla nostra amata Napoli proposte ed esempi di buon governo e sostenibilità urbana e sociale che passino attraverso l’adozione dei più basilari principi di convivenza civile oltre che di buone pratiche perseguite da chi si sente partenopeo anche oltre i confini della nostra città”.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©