Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

A Palazzo Reale la venticinquesima edizione del concorso

Premio Elsa Morante con la sessione dedicata ai ragazzi

Giuria di Dacia Maraini premierà i tre vincitori

Premio Elsa Morante con la sessione dedicata ai ragazzi
29/04/2011, 12:04

NAPOLI - Si celebrerà al Teatrino di Corte di Palazzo Reale di Napoli l’edizione 2011 del Premio Elsa Morante Ragazzi. Il prestigioso riconoscimento letterario verrà conferito il prossimo 21 maggio alle ore 10,00. Ed è già bagarre per assicurarsi i posti in sala (gratuiti ma previo prenotazione al 3332222632). La manifestazione, organizzata dall’ Associazione Culturale Premio Elsa Morante, non cambia formula. La giuria presieduta da Dacia Maraini e composta da Andrea Camilleri, Francesco Cevasco, Enzo Colimoro, Maurizio Costanzo, Chiara Gamberale, Tjuna Notarbartolo, Emanuele Trevi e Teresa Triscari, annuncerà nei prossimi giorni i tre vincitori, i cui libri saranno distribuiti e commentati dai ragazzi delle scuole campane, che decreteranno il supervincitore.
“Anche quest’anno ci saranno grandi nomi sul palco del Morante Ragazzi – ha anticipato Dacia Maraini - i tre autori che stiamo per scegliere hanno personalità differenti tra loro, ma sono tutti e tre figure eccellenti, veri e propri miti per il pubblico di giovanissimi e non solo”.
E se la presenza delle scuole campane alla popolare manifestazione culturale, che da anni si ripete nel capoluogo partenopeo, è assidua, quella di importanti artisti ed intellettuali confermata, quella di media televisivi, radiofonici, della carta stampata, riconfermata, pare brilleranno per l’assenza il Comune di Napoli e l’Assessore alla Cultura e all’Istruzione della Regione Campania. E’ questo il rammarico del direttore della manifestazione Tjuna Notarbartolo. “Spero molto che la nuova Regione Campania del Presidente Caldoro dia la giusta importanza alla cultura e che ponga termine a lunghi anni di difficoltà…” Queste furono le dichiarazioni della Notarbartolo esattamente un anno fa. “Purtroppo la situazione è la stessa. E’ imbarazzante portare nella nostra regione nomi illustri di livello nazionale ed internazionale e dover spiegare che gli assessorati al ramo hanno sostenuto di tutto, (basta leggere il bilancio regionale) ma non il Morante”.
Quest’anno dei circa mille ragazzi che compongono la giuria popolare sarà presente solo una rappresentanza di circa quattrocento essendo venuta meno la collaborazione con Città della Scienza che offriva grandi spazi. “Siamo grati a Stefano Gizzi, Soprintendente BAPSAE di Napoli e Provincia, e Gina Carla Ascione, Direttore dell'Appartamento Storico di Palazzo Reale di Napoli, che hanno accolto il Premio Elsa Morante Ragazzi con entusiasmo e disponibilità ” concludono la Maraini e la Notarbartolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©