Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Premio Miseno M.Manduca & M.Masuottolo al Parco della Casina Vanvitelliana di Bacoli


Premio Miseno M.Manduca & M.Masuottolo al Parco della Casina Vanvitelliana di Bacoli
03/08/2011, 12:08


Inedito e commuovente tributo alla memoria del prematuro scomparso poeta internazionale Michele Sovente alla XIII^ rassegna flegrea di teatro amatoriale edito ed inedito Premio Miseno Mario Manduca e Mario Masuottolo.
 
L’attore Geremia Longobardo ha infatti letto la poesia “La Flegrea materia” scritta da Sovente prima di morire per il suo amico pittore bacolese Guglielmo Longobardo, di cui si possiede solo una versione olografica che il poeta ha scritto con mano tremante pochi giorni prima della sua morte.

E’ questa la sorpresa che l’Ente Teatro Miseno ha voluto fare a tutti i suoi amici nell’ambito della serata dedicata al poeta flegreo prematuramente scomparso, che era molto legato al Premio Miseno, tanto che nel 2004 e nel 2005 ne è stato presidente della giuria.

Nell’ambito della serata sì è voluto mettere in palcoscenico la vita, le opere e il pensiero di Sovente grazie al contributo di un suo vecchio amico di seminario, il professor Pasquale Giustiniani, venuto in veste anche di rappresentante del vicariato di Pozzuoli per la cultura. Michele Sovente era di Cappella, per questo a rendergli omaggio erano presenti numerose autorità istituzionali e amministrative dei comuni di Bacoli e Monte di Procida come Gino Illiano, delegato alla cultura per il comune di Bacoli e Monica Carannante e Nunzia Nigro assessori di Bacoli e Monte di Procida. Ed infatti, come evidenziato dai conduttori della serata, Mimmo Grasso e Ciro Mancino, lo stretto legame di Michele Sovente con questo territorio è emerso proprio dalla poesia declamata da Sovente tramite Geremia Longobardo.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©