Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Premio “Voci nuove della canzone melodica italiana” in memoria di Vito Curcio


Premio “Voci nuove della canzone melodica italiana”  in memoria di Vito Curcio
03/08/2011, 12:08

A Sanza finalissima del premio “Voci nuove della canzone melodica italiana” in memoria di Vito Curcio Conclusa la terza edizione del premio “voci nuove della canzone melodica italiana Vito Curcio”, caratterizzato da un grande riscontro di pubblico e da molti talenti presenti. Appuntamento al prossimo anno!
In un clima di emozione e coinvolgimento si è conclusa ieri sera a Sanza la terza edizione del premio “voci nuove della canzone melodica italiana”
Vito Curcio. Poco prima della mezzanotte sono stati proclamati i vincitori della serata. A conquistare il primo posto della categoria senior è stato il cantante Antonio Melillo, ventiduenne di Sala Consilina, con la canzone “Voglio sapè” di Gigi Finizio. A seguire il diciottenne di Sala Consilina, Daniele Lettieri, che ha cantato “Il mare calmo” di Andrea Bocelli. Al terzo posto si è classificata Katia Cammarano, diciottenne di Sicilì, che ha cantato “Caruso” di Lucio Dalla. Il primo premio della categoria Junior è stato consegnato a Maria Camporese, undicenne di Sanza, che ha cantato “Una ragione in più” di Ornella Vanoni. La seconda classificata è Angela Setaro, tredici anni, di Sassano, con la canzone “Almeno tu nell’universo”
di Mia Martini. Al terzo posto, con la canzone “un giorno qualunque” di Marco Mengoni, si è classificato il tredicenne di Sassano Marco Spina. A scegliere i finalisti c’è stata una giuria appositamente scelta formata da musicisti, giornalisti esperti, e presieduta dal Direttore della BCC di Buonabitacolo Angelo De Luca. “Anche quest’anno siamo molto soddisfatti – sostiene Angelo Marotta, presidente dell’Associazione “Amici ru Cavaliere”
che organizza l’iniziativa – soprattutto per la così grande risposta del pubblico numeroso”. “ Per l’edizione di quest’anno le aspettative erano alte e i risultati sono stati sorprendenti sia per la partecipazione da parte del pubblico, sia per la presenza di tante voci nuove e di una musica di qualità” – dichiara il giornalista Lorenzo Peluso, direttore artistico della manifestazione. “Considerando la professionalità dei giurati – continua Lorenzo Peluso - la serietà organizzativa e la qualità dello spettacolo, il premio è una grande occasione per selezionare eccellenti giovani emergenti”. La chiusura della manifestazione è stata affidata alla band Tribax Experience, composta da musicisti professionisti provenienti da Roma, che ha allietato il pubblico con un tributo a Jimi Hendrix.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©