Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Concorso nazionale oli Dop

Presentata l'ottava edizione del Sirena d'oro


.

Presentata l'ottava edizione del Sirena d'oro
03/02/2010, 16:02

Il Premio Sirena d’Oro di Sorrento sarà l‘evento clou del Mese dell‘Olio DOP in Campania. Una lunga serie di iniziative con l’intento di esaltare i sapori della regione faranno da cornice all’evento più importante dell’anno dedicato agli Oli DOP prodotti su tutto il territorio nazionale, giunto quest’anno alla sua ottava edizione grazie all’impegno dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Campania con il Comune di Sorrento e con la partecipazione dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, Federdop, Oleum e ICE che ha visto crescere anche il numero dei partecipanti, saliti quest’anno ad oltre 170.
Questo e altro, nella presentazione del Sirena d’Oro 2010 tenutasi stamattina a Napoli presso il Caffè Gambrinus, alla presenza dell’Assessore all’Agricoltura della Regione Campania Gianfranco Nappi, che ha aperto i lavori dicendo: "Il Sirena d'Oro è un appuntamento ormai irrinunciabile all'interno di un adeguato lavoro di promozione del comparto olivicolo nazionale. Quest'anno andiamo a celebrare la ottava edizione di una kermesse che è cresciuta di volta in volta, acquistando prestigio e visibilità in tutta Italia. Come regione Campania ne siamo orgogliosi, in quanto luogo di grande tradizione per l'olio. Non per niente le nostre terre vantano oggi ben quattro produzioni olivicole Dop: Penisola Sorrentina, Cilento, Colline Salernitane, Colline Irpine dell'Ufita. Quattro fiori all'occhiello che, insieme alle altre produzioni nazionali, anche nel 2009 hanno sostenuto l'export italiano, aumentando addirittura i volumi di vendita all'estero. Un motivo in più per far conoscere a tutti questo favoloso mondo produttivo, con una kermesse che avrà nella premiazione finale il momento più emozionante, ma che ha come primario obiettivo la valorizzazione dei tanti frantoi che, regione per regione, ogni anno offrono alle nostre tavole un prodotto di primissimo ordine".
Insieme all’Assessore Nappi, presenti all’incontro anche il Sindaco della Città di Sorrento Marco Fiorentino, che ha dichiarato: “Con la edizione 2010 il premio Sirena d' Oro, è pronto a dimostrare di avere raggiunto la sua piena maturità. I progressi compiuti nel corso degli anni, il crescente numero di adesioni, i favorevoli giudizi espressi dalla critica di settore e le attenzioni riservate dal pubblico a questo ormai storico appuntamento, dimostrano che gli sforzi fino ad ora profusi hanno sortito positivi effetti. Oltre che pensare all' immediato futuro, riteniamo sia giusto definire linee d' azione che ci vedranno ancora impegnati anche per gli anni a venire. Per questa ragione, quindi, proveremo a fare in modo che il Premio Sirena d' oro possa trasformarsi in occasione per far sì che gli imprenditori impegnati nella produzione degli oli extravergine d' oliva DOP possano superare le difficoltà attualmente incontrate sul mercato. È questa la sfida per il futuro ed è su questo progetto che proveremo ad impegnarci fin dal prossimo anno".

Presenti anche il Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi, il Presidente Federdop Silvano Ferri, il Responsabile olivicoltura e valorizzazione Regione Campania Luciano D’Aponte e il Direttore dell’ICE di Napoli Domenico Ciccarelli.
Il Sirena d’Oro 2010 entrerà nel vivo sabato 20 febbraio con l’inaugurazione del Salotto dell’Olio DOP a Palazzo San Teodoro di Napoli e la premiazione delle Menzioni di Merito per le DOP presenti, degli oli della Campania e della Donna dell’Olio 2010, ovvero Marisa Laurito. In contemporanea, si apriranno i banchi d’assaggio degli Oli DOP italiani, la Scuola di Cucina con i cuochi dell’associazione CHIC Charming Italian Chef, e ai mini corsi di assaggio, allietati dalla compagnia teatrale del Teatro delle Gru. Dal 26 al 28 febbraio, il meglio dell’olivicoltura nazionale si sposta a Sorrento per l’evento più atteso, la grande festa del Sirena d’Oro, per il quale sono previste tre categorie di premiazione, in funzione dell‘intensità del fruttato: il fruttato leggero, il fruttato medio e il fruttato intenso. La premiazione avverrà sabato 27 febbraio al Teatro Tasso, preceduta da un‘altra premiazione: quella del Miglior Uliveto, riservata a possessori di fondi olivetati superiori a 5000 mq.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©