Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Presentato il libro “Il cecchino e la bambina” di Franco Di Mare


Presentato il libro “Il cecchino e la bambina” di Franco Di Mare
19/12/2009, 18:12

Franco Di Mare emoziona ancora il pubblico, e dopo aver presentato il suo libro alla rassegna dell’editoria nazionale “Un libro sotto le stelle” lo scorso agosto continua la collaborazione con l’Associazione culturale e di promozione sociale “i Meridiani”.
Ad aprire la serata presso la “Dimora dei 5 sensi” di Pontecagnano Faiano è stata la vicepresidente dell’associazione Stefanie Gangone la quale ha sottolineato la valenza sociale e culturale dell’associazione che a breve partirà anche con la campagna regionale di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale e guida sicura “Sii saggio, guida sobrio”.
A moderare la serata è stato il direttore di Telecolore Franco Esposito. A discuterne con l’autore, il tenente colonnello Vincenzo Lauro, già portavoce del Contingente Italiano in Kosovo e delle forze terrestri a Nassiriya ed il generale di corpo d’armata Francesco Paolo Spagnuolo, già comandante dell’Italfor Iraq 2004.
Franco Di Mare, inviato di guerra per venti anni apre la serata spiegando il motivo per il quale ha scritto il libro “Il cecchino e la bambina”. “Perché un giornalista e per di più un giornalista televisivo scrive un libro quando può disporre di un mezzo che arriva nelle case della gente come la tv? Perché ho fallito” si risponde “ho fallito perché in 90 secondi di un servizio tg non potevo raccontare tutto quello che ha visto”.
Un libro che racconta di un bambino di cinque anni che si alza alle sei del mattino facendo un’ora di cammino per andare a lavorare e filare i tappeti da un negriero che gli farà guadagnare il pane da portare a casa. Racconta di una donna che ha perso un piede e di due soldati italiani coraggiosi che attraversano un campo minato per portarla in salvo. Un volume, questo di Di Mare che a distanza di un anno dalla sua pubblicazione continua ad essere seguito dalla casa editrice e che ha suscitato interesse anche dal punto di vista scolastico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.