Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Dal 9 aprile al 5 giugno eventi musicali, mostre e convegni

Presentato il Primo Festival Barocco dedicato a Pergolesi


.

Presentato il Primo Festival Barocco dedicato a Pergolesi
07/04/2010, 14:04

ERCOLANO – Presentato questa mattina al Museo Archeologico Virtuale il Primo Festival Barocco “Pergolesi naquit et la verité fut connue “, Viaggio nel Barocco Napoletano … e non solo. La rassegna rientra  nell’ambito del PO FESR Campania 2007 – 2013 “Le Quattro Stagioni. Primavera 2010”, promosso dall’assessorato al Turismo e ai Beni culturali della Regione Campania, in collaborazione con Osservatorio Astronomico Vesuviano, Circumvesuviana, teatro San Carlo di Napoli, M.A.V., Ente Ville Vesuviane. Ricco il calendario di appuntamenti in programma dal 9 aprile al 5 giugno: eventi musicali, mostre e convegni per celebrare i 300 anni della nascita di Giovanni Battista Pergolesi, il famoso compositore protagonista della musica barocca napoletana. Giovanni Battista Pergolesi nel corso dei pochi anni della sua vita (morì di tisi a soli 26 anni) produsse opere magistrali che costituiscono un’importante pagina della scuola musicale napoletana. Da “Lo frate ‘nnammurato” alla “Serva padrona” che aprirono la stagione dell’opera buffa, fino all’inarrivabile Stabat Mater, le opere di Pergolesi sono tuttora rappresentate, anche in rivisitazioni critiche di autori contemporanei. La città di Ercolano, attraverso la celebrazione della figura del Pergolesi, si propone di dar vita ad una manifestazione che avvicini lo spettatore alla corrente artistica del barocco musicale napoletano, in sintonia con la rassegna "Ritorno al Barocco" che coinvolge Napoli e il territorio circostante. Il direttore artistico della manifestazione, Maestro Hirofumi Yoshida, esprime il coinvolgimento della Japan Art Society, nell’ottica dell’internazionalizzazione della cultura italiana.
Ercolano, feconda di testimonianze storiche e culturali, dalla notissima passeggiata nella città romana sopravvissuta all’esplosione del Vesuvio, alle  magnifiche ville del Miglio d’Oro, attraverso il festival intende promuovere il patrimonio musicale della scuola barocca napoletana, quale innovativo veicolo  di conoscenza della realtà culturale del territorio vesuviano. Dagli scavi archeologici al M.A.V., all’Osservatorio Astronomico Vesuviano e alle ville del Miglio d’Oro, dai luoghi di culto agli itinerari naturalistici alle pendici del Vesuvio, Ercolano si propone come meta turistica internazionale, con un’offerta ricca e differenziata.
Un viaggio nel gusto sarà curato da esperti di enogastronomia e dai ristoratori locali che prepareranno stuzzicanti  menù rivisitando ricette del ‘700 e dell’800 napoletano ed accompagnandole con vini vesuviani. Una proposta turistica per rivalutare un patrimonio unico ed irripetibile della Regione Campania, tutelato dall’Unesco e meritevole di diventare polo di attrazione e di sviluppo per il territorio.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©