Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Presentazione del dvd "Tammurrianti"


Presentazione del dvd 'Tammurrianti'
10/10/2012, 11:33

Alla Feltrinelli I Libri e Musica Via S. Caterina a Chiaia, 23 Napoli Tel. 081.2405411 Giovedì 11 ottobre ore 18 Presentazione del dvd Tammurrianti metodo pratico per tammorra e tamburello di Emidio Ausiello e Michele Maione Interviene Gennaro Pasquariello Tammurrianti è un dvd didattico, ideato da Emidio Ausiello e Michele Maione, che insegna le tecniche base dei tamburi a cornice della tradizione italiana: la tammorra e il tamburello. Il video è un progetto sulla pratica musicale di questi due strumenti e ne approfondisce gli aspetti tecnici, ritmici e di linguaggio legati alla tradizione orale. 150 esercizi scritti ed esposti in molteplici prospettive, oltre dieci contributi speciali con artisti tra i più rappresentativi della tradizione popolare italiana, cenni storici e descrittivi sugli strumenti e sulla loro funzionalità, fanno di quest' opera un lavoro completo e dinamico sulla didattica delle percussioni cerchiate, che appassiona gli esperti e invita i neofiti ad avvicinarsi a questo magico universo.

LA TARANTELLA, sia sotto forma di ballo che di musica e ritmo, prende il nome dalla dea Etrusca TARAN–NATYT divinità (forza attiva) dell’orgasmo, della rigenerazione, della continua rinascita e passaggio dalla dimensione oscura delle tenebre (il pizzico velenoso della taranta) alla dimensione luminosa del sole che dà vita a tutti gli esseri viventi. TARA, TARU, ISTHAR, ASTARTE, NATARJA, sono sinonimi usati da vari popoli del mondo per esprimere lo stesso concetto. Il suffisso TAR, in aramaico, vuol dire: percorso circolare, ruotante, continuamente rinascente e rigenerante. TAR in armeno, vuol dire: “LETTERA” che circolando dà nascita alle varie parole. THARU è “IL PALO”, l’asse centrale intorno al quale ruota la terra intera.

Nel corpo umano:
A) Il bioritmo della respirazione è regolato da una sequenza ritmica binaria, con multipli e sottomultipli di due.

B) Il bioritmo del cuore e della circolazione sanguigna è regolato da una sequenza ritmica ternaria, con multipli e sottomultipli di tre.

C) Se non cisono intoppi o impedimenti che alterano l’interazione tra aria e sangue, il rapporto di “DIVINA PROPORZIONE”, tra ritmo binario della respirazione e ritmo ternario della circolazione sanguigna, è espresso dal “numero d’oro”. L’oscillazione tra ritmo binario e ritmo ternario è la caratteristica fondamentale della tarantella che è quindi un ritmo risultante, un hyperitmo così come, in armonia, “la nota del diavolo” (diabolus) è la nota di “DIVINA PROPORZIONE” tra la 4ª (binaria) e la 5ª (ternaria) del tetracordo pitagorico.

L’apprendimento di una perfetta esecuzione della tarantella non è cosa facile, mi auguro, perciò, che le pagine seguenti e l’esercizio costante possano accompagnare passo passo chi si incammina lungo questo affascinante e meraviglioso percorso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©