Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Presentazione del libro "Elogio del nullafacente" di Luigi Piazza


Presentazione del libro 'Elogio del nullafacente' di Luigi Piazza
27/06/2012, 16:06

Alla Feltrinelli I Librerie Via S. Tommaso d’Aquino, 70 Napoli Tel. 081.5521436  Giovedì 28 giugno – ore 18 Presentazione del libro  Elogio del nullafacente di Luigi Piazza - Tullio Pironti Editore - Con l’autore intervengono  Felice Casucci (Professore ordinario di Diritto privato comparato presso l’Università del Sannio) e Antonio Corbo (giornalista)

Manuale di istruzione dedicato a tutti coloro che nella vita hanno avuto a che fare con l’inerte inoperosità: quelli che l’hanno praticata, quelli che l’hanno giudicata, dedicato perfino a quelli che l’hanno evitata.

Chi è il nullafacente? Dove possiamo incontrarlo? Quanti tipi ne esistono?

Risponde a queste domande e ne insinua delle altre l’Elogio del nullafacente, il pamphlet che si dedica all’analisi di quel nulla che nulla non è, dimostrando come e quanto siano pieni gli spazi vuoti creati da chi si crogiola nel mestiere del relax.

Tra un sorriso non troppo indulgente sui tempi recenti e una riflessione sui vizi inammissibili del genere umano occidentale, Luigi Piazza ripassa anche per i luoghi della sua memoria, cultore sempre in erba di una materia cui verranno negati tanti attributi, molti più di quelli che si crede, ma mai quello della serietà.

Occhio attento, mirino cinico, questo piccolo volumetto si presenta, in fin dei conti, anche come un manuale di istruzione: la nullafacenza non si deve praticarla a oltranza, non si deve giudicarla, e soprattutto non si deve dimenticare di cercarla.

Luigi Piazza esercita la professione forense. Napoletano di formazione, allievo della scuola giuridica federiciana ove ha conseguito laurea magistrale, specializzazione per le professioni legali e perfezionamento in amministrazione e finanza degli enti locali, scrive per diletto. Nato a Caserta nel 1982, cresciuto tra Castelvenere e Telese Terme, ha vissuto gli ultimi dieci anni tra Napoli e Barcellona. Questo è il suo primo pamphlet.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©