Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Presentazione del libro “Liuto Magico” di Salvatore Morra


Presentazione del libro “Liuto Magico” di Salvatore Morra
08/05/2012, 17:05

Giovedì 10 maggio, alle ore 11.00, presso la Sala Martucci del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, si terrà la presentazione del libro “Liuto Magico – Incontro con l’‘ūd e la musica del mondo arabo islamico” (Iuppiter Edizioni) di Salvatore Morra. All’incontro, insieme all’autore, interverranno: Elsa Evangelista, direttore del Conservatorio San Pietro a Majella, Ugo Di Giovanni, docente di chitarra e liuto al Conservatorio Nicola Sala di Benevento, Sergio Ragni, musicologo, e Maurizio Villa, docente di chitarra al Conservatorio San Pietro a Majella.



“Il volumetto che avete tra le mani apre orizzonti esplorati solo in minima parte, e in maniera assai marginale, da chi frequenta le nostre sale da concerto. Le suggestioni della musica araba, nel nostro immaginario, figurano soltanto come ipotetiche colonne sonore di film che rievocano atmosfere esotiche, e soprattutto in chiave favolistica. Da quella dimensione narrativa, in ogni caso imprescindibile anche nella più irreprensibile delle dissertazioni, presente quindi anche in questo volume, il lettore si può avventurare in un viaggio alla scoperta dell’‛ūd, strumento privilegiato della musica araba”.

(Dalla prefazione di Sergio Ragni)



Salvatore Morra, nato a Napoli nel 1981, si diploma nell’International Baccalaureate presso l’Impington Village College a Cambridge. Nel 1999 consegue il Performer’s Certificate presso il Trinity College of Music a Londra. Si diploma in chitarra nel 2005 presso il Conservatorio Statale di musica Nicola Sala con il maestro Aniello Desiderio. Si è esibito per importanti festival musicali in Italia, Germania, Inghilterra e Tunisia. È laureato in discipline arabo islamiche presso l’Università L’Orientale di Napoli con tesi in Storia della musica (contesto islamico). Attualmente incide per la casa discografica Draft-records ed affianca allo studio della chitarra, proseguito con il maestro Stefano Aruta, quello della musica del mondo arabo islamico e dell’‛ūd a Tunisi con il maestro Kamel Gharbī.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©