Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Presentazione di "Gelsomina e il pupazzo di neve", la favola natalizia di Iemme Edizioni


Presentazione di 'Gelsomina e il pupazzo di neve', la favola natalizia di Iemme Edizioni
17/12/2012, 15:35

Martedì 18 dicembre 2012, alle ore 18.00 allo Spazio Nea di Napoli, presentazione di “Gelsomina e il pupazzo di neve”, una piccola favola natalizia per bambini scritta da Rosanna Bazzano. Oltre all'autrice intervengono Maria Miele, illustratrice e Loredana Lignola, psicologa e mediatrice familiare. Seguiranno un laboratorio creativo per bambini a tema natalizio a cura di Lavinia Criscuolo e una sorpresa musicale.

La fiaba è il primo titolo di “Bolle di Sapere”, la collana dedicata a bambini e ragazzi di Iemme Edizioni, il marchio con cui lo Spazio Nea si apre anche all'attività editoriale, con cataloghi a distribuzione nazionale. Le pubblicazioni per i più piccoli sono incentrate soprattutto su storie semplici il cui valore educativo è arricchito dal tocco poetico delle parole e delle immagini.

Come per il racconto di Gelsomina, con cui la scrittrice riesce a toccare il cuore proponendo un viaggio delicato e intenso attraverso gli occhi di un bambino e svela gli aspetti della storia più bella dell’umanità, quella del rapporto madre-figlio. La protagonista della favola fa riflettere sull'universo sentimentale dei bambini, che guardano al futuro con occhi sinceri pur alternando le luci e le ombre che albergano in loro. Se si sentono soli, si affidano allo scrigno del loro fervido immaginario, capace di costruire con la fantasia ciò che manca loro. ”Gelo”, il pupazzo di neve, è l’amico immaginario a cui Gelsomina si rivolge come ad un fratellino che tanto desidera e che diventa il suo confidente e compagno di giochi.

Rosanna Bazzano, poetessa, vincitrice e finalista in numerosi premi letterari. Inserita in numerose antologie, tra le sue opere l’autobiografia poetica "L’Olivo Saraceno" che dà il nome all'omonima Associazione Culturale di cui è fondatrice e presidente ed attraverso il quale promuove di eventi culturali e poetici.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©