Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Presentazione Libro "Da Garibaldi a Berlusconi: quando il bisturi incide nella storia"


Presentazione Libro 'Da Garibaldi a Berlusconi: quando il bisturi incide nella storia'
25/04/2012, 09:04

Venerd 27 aprile, alle 16.00, presso la Sala della Loggia del Maschio Angioino, si terr la presentazione del libro Da Garibaldi a Berlusconi: quando il bisturi incide nella storia (Iuppiter Edizioni) di Nicola Ricciardelli.

Allincontro, insieme allautore, interverranno: Marco Mansueto (Presidente Associazione Napoli), Michele Schiano di Visconti (Presidente V Commissione Regione Campania) e Francesco Bottino (Direttore Generale Ospedale SantAnna di Caserta).

In uno straordinario racconto le vicende di famosi personaggi storici, i quali, da pazienti insigni hanno dovuto far ricorso ai prodigi della chirurgia, compiuti da grandi chirurghi. Si apre con levocazione dei grandi miti: Esculapio, Asclepiade, Galeno e altri remoti profeti della medicina antica. Poi lo sguardo si allarga alla Scuola Medica Salernitana, a re famosi e meno noti pionieri della chirurgia, per approdare a Napoleone. E finalmente il corpo vero dellopera con le vite parallele dei dotti della medicina e dei reggitori di popoli, ineluttabilmente avvicinati dal destino: da Garibaldi, che rischi lamputazione del piede ai drammi dei regnanti di casa Savoia come Umberto I, vittima di un attentato, o di Vittorio Emanuele III, malato cronico e non sempre immaginario. Poi ancora altri grandi malati: Mussolini, Togliatti, Evita Pern, Suor Caterina Capitani, Giovani Paolo II, Silvio Berlusconi. Insomma, il bisturi che incide nella storia.

Nicola Ricciardelli, origini irpine, nasce a Torre del Greco. Iniziato alla chirurgia alla fine degli anni 50 dal prof. Alessandro Agresti, frequenta la Clinica Chirurgica dellUniversit di Napoli. Nel 1963 segue il prof. Giuseppe Zannini, Direttore dellIstituto di Semeiotica Chirurgica. Specializzato in Chirurgia Generale, Cardiologia e Angiologia, ha svolto insegnamenti prestigiosi per oltre ventanni alla Scuola di Specializzazione in Anestesiologia e Rianimazione, e poi Chirurgia Generale alla Federico II. Ben 30 gli anni allOspedale Civile di Torre Annunziata, dirigendovi la Divisione di Chirurgia Generale e Pronto Soccorso.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©