Cultura e tempo libero / Letteratura

Commenta Stampa

Presentazione libro Raffaele Carotenuto «L'importante è che piova»


Presentazione libro Raffaele Carotenuto «L'importante è che piova»
28/02/2011, 11:02

martedì 1 marzo 2011 alle ore 17,00 presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici  Palazzo Serra di Cassano Via Monte di Dio, 14  Napoli. Ne discutono con l’autore: Rosa Russo Iervolino, sindaco di Napoli Ernesto Paolozzi, docente di Storia della Filosofia Contemporanea Luciano Scateni, giornalista e scrittore Immacolata Parisi, psicoterapeuta.

«Qualcosa di sconvolgente stava segnando per sempre la mia esistenza,  aprendomi a una dimensione a me del tutto estranea:  l’esplosione dell’anima e l’inconsapevolezza del corpo a viverla.  Una dimensione che non ti appartiene ma che diventa sempre più la tua estensione, la tua pelle, il tuo respiro».

A quarant’anni Marco ha già vissuto due vite: un’adolescenza serena, trascorsa nella continua ricerca del bene comune e del rapporto con gli altri, e una maturità segnata da un’improvvisa crisi individuale che lo porterà ad allontanarsi dalla vita sociale e a rinchiudersi in una profonda solitudine.

Il ritrovarsi solo con se stesso scuote l’uomo e dà origine a un sentimento di nostalgia per un tempo perduto, che è alla base della crisi di Marco e del suo superamento.

La drammatica esperienza depressiva del protagonista si risolverà nella ritrovata comunicazione con gli altri e nella riconquista di una dimensione sociale e umana.

È la fine della siccità: l’importante è che piova. Senza incorrere in complesse analisi interiori, Carotenuto descrive il dramma della depressione con uno stile semplice ma intenso, proprio di chi, per percorso di vita centrato su una umanità condivisa, ha sviluppato una particolare sensibilità verso i problemi dell’individuo.

Raffaele Carotenuto, nato a Napoli nel 1968, è dal 1997 consigliere del Comune di Napoli. Per il suo impegno nella lotta per la tutela dei diritti civili, è stato dal 1997 al 2006 Presidente della Commissione per le Politiche Sociali. Come autore, ha pubblicato: Napoli, La città e il palazzo. Storie di ordinaria provvisorietà (La Città del Sole, 2008), una profonda analisi politica e sociale della città.

È alla sua prima opera narrativa. Ernesto Paolozzi, che ha firmato la prefazione al volume, è docente di Storia della Filosofia Contemporanea presso l’Università degli Studi di Napoli “Suor Orsola Benincasa” e presso l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©