Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Primo defilè di Domimì, 7mila euro per Scampìa


.

Primo defilè di Domimì, 7mila euro per Scampìa
24/09/2012, 15:28

Quando la moda incontra il sociale e si apre alla vita reale senza restare chiusa nel suo mondo dorato. Sono circa 7.000 euro i fondi raccolti durante la serata di beneficenza organizzata nel palazzo dell’Ammiragliato di Napoli dallo stilista napoletano Domenico Lotti, in arte Domimì.

I proventi verranno destinati al Centro Hurtado, polo di formazione alla cultura ed al lavoro che opera nel cuore di Scampìa e che anima da anni il “Progetto Scampìa”, un programma che prevede numerose attività che aiutano i giovani a costruire il proprio futuro sia professionale che umano. Un aiuto concreto ai ragazzi della periferia a Nord di Napoli per indirizzarli in un ambito specifico.

Una serata di gala alla quale hanno voluto partecipare, dando il loro contributo, numerosi esponenti del mondo istituzionale, militare, della giustizia e di quello imprenditoriale campano.

Con questa serata, e quella che seguirà ad ottobre nell’Agorà del Garage Morelli, Domimì torna ufficialmente a calcare le passerelle napoletane dopo una lunga esperienza all’estero, tra Francia e Cina, e a Roma.

Colpito dalla situazione dei giovani che nascono e crescono nelle cosiddette “zone a rischio”, Domimì torna non solo per aprire una filiale della sua Casa di Moda a Napoli ma anche con un progetto dal titolo: “Sotto il vestito il cuore”. Le due sfilate benefiche si sono potute realizzare grazie alla disponibilità ed all’accoglienza dell’ammiraglio Rinaldo Veri e della sua consorte Rita e del proprietario del parcheggio Morelli, Massimo Vernetti.

Ma Domimì è pronto anche ad offrire la sua arte con lezioni gratuite per i ragazzi delle onlus cittadine e per i laboratori sartoriali di Scampìa, Nisida e di altre associazioni che ogni giorno lottano per togliere dalla strada i giovani.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©