Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Napolitano: “Da lui riflessioni senza uguali sulla shoah”

Primo Levi: a 25 anni dalla morte un Symposium per ricordarlo


Primo Levi: a 25 anni dalla morte un Symposium per ricordarlo
26/03/2012, 21:03

ROMA - Da domani al 30 marzo si terrà a Roma un simposio internazionale in memoria di Primo Levi a venticinque anni dalla morte. Il convegno, promosso dal Master internazionale di II livello in didattica della Shoah dell’Università Roma Tre, si articola in quattro giornate e sette sessioni ospitate il 27 e 28 marzo 2012 dalla Casa delle Letterature (Piazza dell’Orologio, 3) e il 29 e 30 marzo 2012 dalla Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (via Santa Maria in via, 37). In occasione dell’apertura del Symposium, il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha inviato agli organizzatori un messaggio in cui ricorda la figura di Levi non solo come “un grande scrittore del Novecento”, ma come “l’uomo che, fortunatamente scampato alla Shoah, ha elaborato nei suoi scritti, fino alla sua tragica morte, una riflessione senza eguali sui significati di quella strage degli Ebrei che, come egli ebbe a dire, non può essere spiegata ma deve essere per sempre ricordata”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©