Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Primo Memorial Salvatore Ceriello…La musica senza barriere


Primo Memorial Salvatore Ceriello…La musica senza barriere
15/02/2012, 10:02

Sant’Anastasia – Un cantante locale, Ciro Corcione, l’Orchestra Giovanile “Michele Novaro” e il Coro Manos Blancas saranno sul palcoscenico giovedì 16 febbraio alle ore 20:00 al Cinema Metropolitan. Un’occasione speciale per ricordare Salvatore Ceriello, volato al cielo prematuramente, ragazzo dalla spiccata sensibilità e dalla forte passione per la musica. L’idea del Memorial, patrocinato dal Comune di Sant’Anastasia, nasce dal giovane artista anastasiano, che ha deciso di donare alle Associazioni “Pandha” di Sant’Anastasia e “Michele Novaro” di Acerra il ricavato dell’incasso della vendita/offerta dei biglietti per il suo concerto dal titolo: “Canto anche se sono stonato”.
19 anni, ha nel cuore la passione per la musica ed il canto, si è distinto come “crooner” e annovera già molte esperienze e successi nel settore anche perché ha affiancato alla passione lo studio, la tenacia e la voglia di fare. Frequenta il Conservatorio e da piccolo ha vinto concorsi come quello pianistico “Luigi Paduano”. L’umiltà e la generosità, oltre alla sua riconosciuta e stimata bravura, lo contraddistinguono attribuendogli così il merito di aver trovato, con il suo “fare musica”, il collante tra comunicazione, passione e solidarietà. La serata sarà allietata dalla rivisitazione di diversi brani di Sinatra, Ray Charles, Aznavour, Dean Martin ed altri, interpretati da Ciro, che per il suo spettacolo ha pensato di avvalersi della professionalità di Emiliana Esposito per alcune suggestive coreografie e della voce di Rosanna Pola, che lo accompagnerà in alcuni brani.
“Nel corso della prima parte dello spettacolo - spiega Eufrasia Calvanese, promotrice del progetto e mamma di Salvatore - si assisterà alla suggestiva esibizione di giovani ragazzi che hanno aderito, da novembre 2011, al progetto dell’Orchestra Giovanile e del Coro Manos Blancas. Ragazzi che si sono approcciati per la prima volta ad uno strumento musicale, imparando pian piano a suonarlo. E’ emerso da un primo bilancio un miglioramento nelle capacità relazionali ed interattive dei ragazzi normodotati e diversamente abili; l’integrazione a cui mirava inizialmente il progetto risulta essere oggi una realtà alla quale si è giunti in modo “naturale” grazie alla sinergia delle figure coinvolte nel progetto. Il supporto professionale di maestri di musica, volontari competenti ed emotivamente vicini ai ragazzi, la piena disponibilità, la costante e fattiva presenza delle mamme di molti ragazzi hanno reso sereno e favorevole il contesto di realizzazione di questo esperimento. I ragazzi si esibiranno in alcuni brani diversi per repertorio e tipologia, spaziando dalla canzone napoletana a quella d’autore fino all’internazionale”.
Il concerto darà un piccolo assaggio di ciò che hanno imparato in questi pochi mesi, insieme alla suggestiva interpretazione dei ragazzi dalle “mani bianche”, capaci di emozionare arrivando ai diversi canali sensoriali di ciascuno.
“Visto da un’ottica sistemica – specifica la dott.ssa Cettina Giliberti, volontaria psicoterapeuta del progetto - il risultato non è pari alla semplice somma delle parti ma ad un’armoniosa alchimia, alla quale ognuno contribuisce con le proprie abilità, individuandone attraverso il confronto le risorse piuttosto che i limiti. Spesso confondiamo l’ascoltare con il sentire, ma i ragazzi sono in grado di insegnarci che attraverso il sentire si può sviluppare la capacità di ascoltare”.


“Un sentire tipico di Salvatore Ceriello, il nostro ragazzo che partecipava sempre attivamente alla comunità anastasiana – ricorda il sindaco, Carmine Esposito - dando prova di forza, solarità e grandi capacità comunicative”.
“E’ proprio per questo - spiega Ciro Corcione - che ho scelto di coinvolgere, attraverso il mio concerto e quindi attraverso la musica, tutti. La musica arriva a tutti e comunica emozioni con diverse sfumature e diverse espressioni. E la prova di tutto ciò sarà data nella prima parte della serata, con il coro costituito da ragazzi diversamente abili che canteranno attraverso le mani”. Alfonso Di Fraia presenterà la serata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©