Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Progetto CASSIOPEA - Mostra d'Arte Presepiale " Natale a Napoli"


Progetto CASSIOPEA -   Mostra d'Arte Presepiale ' Natale a Napoli'
18/12/2012, 13:47

L’Associazione Base Condor, con sede in Napoli alla via SS. Giovanni e Paolo n. 36/37, è operante nel campo della protezione civile, della assistenza sociale, delle attività concernenti con il sociale e delle attività ricreative, della cultura e del turismo. Allo stato, l’Associazione Base Condor vanta una valida e consolidata esperienza in tutti i campi in cui per statuto si era impegnata. Infatti, la scrivente Associazione è stata riconosciuta e sancita dalle istituzioni mediante l’iscrizione nel registro delle associazioni di volontariato della Regione Campania con decreto n. 1186 del 18/02/2000,  successivamente integrato dal decreto regionale n. 593 del 29/05/2002, dal decreto del Dipartimento della Protezione Civile per l’iscrizione nel registro nazionale delle organizzazioni di volontariato con n. 94344 del 08/05/2002, poi integrato dal decreto del Dipartimento della Protezione Civile con n° 47072 del 19/10/2004, nel registro della Provincia di Napoli con n. 93031 del 30/11/2005 ed infine il riconoscimento del Comune di Napoli con n. 1384 del 05/07/2006. L’Associazione Base Condor nel programma delle proprie iniziative finalizzate alla promozione, alla valorizzazione ed allo sviluppo delle radici storico-culturali dell’arte, persegue la progettazione e l’organizzazione di mostre fotografiche, pittoriche e presepiali, esposizioni di sculture ed artigianato locale.  Per la ricorrenza delle prossime “Festa Natalizie”, precisamente in data 20 dicembre 2012, la scrivente Associazione promuove l’esposizione di una collezione di presepi dei migliori maestri campani, nell’ambito del Progetto CASSIOPEA, per dare rilievo al contributo che i maestri presepiali offrono al mondo dell’arte. Riteniamo che sia nostro dovere come associazione culturale adoperarci affinchè tale arte conquisti maggiori spazi nel panorama artistico ed è, altresì, compito delle Istituzioni continuare a manifestare la sensibilità finora dimostrata. Con il Progetto CASSIOPEA, il cui nome deriva da una costellazione polare e con cui si è voluto fare un mero accostamento con la stella Cometa e quindi con il Natale, si intende realizzare un evento nella Basilica di S. Restituta nel Duomo di Napoli, che consiste nell’esibizione musicale dei musicisti mandolinistici dell’Ensemble “Le Corde della Costa d’Amalfi”, appartenenti all’Associazione Mandolinistica Costiera Amalfitana, quest’ultima con sede in Minori (SA) alla via Santa Maria Vetrana n. 25, accompagnati da da un soprano, precisamente il giorno 20 dicembre p.v. in occasione della giornata inaugurale della mostra d’arte presepiale. La mostra sarà accessibile al pubblico dal giorno 20 dicembre 2012 al giorno 6 gennaio 2013 negli orari previsti dalla succitata Basilica. L’Ensemble “Le Corde della Costa d'Amalfi” è composta da maestri impegnati in attività concertistiche con diverse formazioni orchestrali e da musicisti, giovani e meno giovani, allievi delle cattedre di mandolino, pubbliche e private, presenti sul territorio campano. Mandolini, mandole, mandoloncelli, liuti, chitarre, contrabbassi, hanno  personalità uniche e complesse. La loro versatilità li adatta a vari generi ed epoche, dalla musica popolare a quella classica, dalla musica antica a quella contemporanea. L'A.MA.C.A. ha lo scopo di portare al pubblico il senso pieno e luminoso della storia di questi strumenti, nonchè di unire al noto repertorio tradizionale il variegato repertorio internazionale. Il mandolino suonato dagli orchestrali delle “Corde della Costa d’Amalfi” rientra nella specifica tipologia del cosiddetto mandolino napoletano, con cassa piriforme e bombata, con manico stretto, con otto corde doppie intonate come il violino. L'origine del mandolino napoletano risale alla metà del 1600, si ritiene che a quel tempo risalga l'inizio della produzione di mandolini da parte della celebre Casa Vinaccia. Erano mandolini quasi tutti ricchi di intarsi e filettature d'avorio lungo il manico, eseguiti con estrema accuratezza. L’evento innanzi descritto, promosso ed organizzato a cura dell’Associazione Base Condor, sarà completamente finanziato con il contributo economico di una o più sponsorizzazioni. Agli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione ed allo svolgimento della manifestazione sarà fornita la massima visibilità del caso attraverso le locandine esposte e le brochures, oltre a ricevere una targa ricordo e/o attestato di partecipazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©