Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Pulcinella di Stravinskij in debutto al bolshoi di Almaty


Pulcinella di Stravinskij in debutto al bolshoi di Almaty
20/05/2013, 15:32

Sarà presentato in conferenza stampa domani, martedì 21 maggio 2013, alle ore 11.30, presso la sala conferenze dell’EPT di Napoli, in Piazza dei Martiri n. 55, il “Pulcinella” di Stravinskij coreografato dal napoletano Tony Martin che il prossimo 25 maggio debutterà al Teatro statale dell’Opera e del Balletto “Abay” di Almaty, in Kazakistan.

Un importante progetto internazionale di danza che entrerà a far parte del repertorio moderno dei balletti degli Enti Lirici internazionali e che il Commissario Straordinario dell’Ept di Napoli, Luigi Lucarelli, saluta con favore:  “Possiamo auspicare un notevole beneficio di immagine per l’Italia da questo evento perché il Kazakistan, come del resto tutto il mondo euroasiatico, ha sempre avuto molto rispetto e attenzione per la storia, la tradizione e l’arte italiana. Anche se in questo paese c’è una popolazione numericamente contenuta, esiste una grande capacità reddituale individuale che possiamo senz’altro intercettare per aumentare la qualità e quantità dei flussi turistici verso l’Italia. Abbiamo da tempo, conclude Lucarelli, rapporti con le vivaci rappresentanze consolari del posto e non escludiamo di poter intavolare collaborazioni che possano coinvolgere i corpi di ballo e i giovani danzatori provenienti da entrambi i paesi per uno scambio formativo e culturale”. 

Il balletto firmato da Tony Martin rappresenta una nuova creazione in chiave moderna del Pulcinella di Stravinskij ed è inserito in uno spettacolo in due tempi dove la seconda parte prevede la rivisitazione della Sherazade di Michel Fokine firmata da Toni Candeloro.

Alla presenza delle massime autorità politiche e istituzionali kazake andranno in scena, nelle serate del 25-26 maggio e 9 giugno, tre cast completi di danzatori formati da una coppia di primi ballerini (tra cui spicca l’etoile kazaka Sarkytbayeva Kuralay), dieci solisti e 12 elementi del corpo di ballo, per un totale di 72 persone.

Al debutto saranno presenti, per l’Italia, il produttore artistico Guido Ricci (Intermusica di Genova) e il direttore dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma Margherita Parrilla, che ha firmato la supervisione artistica. Tony Martin, che ha firmato la coreografia e la regia (i costumi sono di Daniele Amenta e Yari Molinari, light designer Paky Cuomo), non potrà presenziare la prima di sabato per la concomitanza del debutto di un altro spettacolo, il “Carosello Napoletano” che andrà in scena lo stesso 25 maggio al Teatro delle Rose di Piano di Sorrento (Na). 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©