Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

'Raccorti Sociali': ai Sursumcorda il primo premio per la migliore colonna sonora


'Raccorti Sociali': ai Sursumcorda il primo premio per la migliore colonna sonora
09/12/2011, 10:12

Il 20 novembre 2011 al Teatro Cinema Odeon di Firenze il corto Francesco e Bjorn, diretto dal regista Fausto Caviglia e arricchito dalle musiche originali dei Sursumcorda, ha ottenuto i due premi Raccorti Sociali nel cartellone della rassegna 50 giorni di cinema internazionale a Firenze. Il premio ai Sursumcorda è stato consegnato da Mirco Mencacci (montatore di successi come Le fate ignoranti, La finestra di fronte, Notte prima degli esami) e il Maestro Vittorio Taviani, presente alla premiazione, ha avuto sincere parole d'elogio per Francesco e Bjorn.

Caviglia ha ottenuto il secondo posto come miglior film, apprezzato per aver affrontato il tema dell'autismo e della solidarietà con garbo e sensibilità, ai Sursumcorda il primo posto per la migliore colonna sonora con la seguente motivazione: "La delicatezza della colonna sonora fa da intenso contrappunto sonoro al profondo significato etico e sociale trasmesso dalle immagini. Le gocciolature onomatopeiche del pianoforte cullano il lento fluire del mare sulla battigia e accompagnano, nella tensione dei silenzi, il faticoso flusso dei pensieri del protagonista alle prese con le sue risposte liberatorie di fronte al proprio pc. Come frammento di una sonata per violino e pianoforte, una struggente melodia diventa poi lamento e canto d'amore nei confronti del tema della solidarietà". Mencacci ha affermato: "Questa colonna sonora mi ha colpito nell'insieme: pochi tocchi ben riusciti, delle “pennellate sonore” che descrivevano perfettamente l'atmosfera senza bisogno di immagini. E' stato l'unico cortometraggio che attraverso il suono ha espresso completamente il suo senso".

Giunto alla terza edizione, Raccorti sociali (ideato dal regista Cosma Ognissanti con l'obiettivo di premiare corti legati a temi solidali e civili) è il più recente riconoscimento che i Sursumcorda hanno guadagnato. Il 2010 e il 2011 sono stati un biennio di continui apprezzamenti per il gruppo, in particolare per il quarto disco La porta dietro la cascata (Sursumcorda/Dase SoundLab/Accademia del Suono/Egea/Bollettino Edizioni Musicali). Un doppio album complesso e ambizioso che ha subito convinto la critica: testate come Il Mucchio, Suono, L'Isola che non c'era, AllAboutJazz ma anche Nazione, Messaggero, Tirreno e Internazionale hanno colto in pieno la proposta della formazione, a cavallo tra canzone, jazz, world music e ricerca colta. Forti di questo sostegno, i Sursumcorda grazie a Novaconcerti, sono pronti ad affrontare i nuovi concerti: l'11 dicembre al Tambourine di Seregno (MI), 14 gennaio 2012 alla Scighera di Milano, 27 gennaio al Teatro Ferrini di Caraglio (CN).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©