Cultura e tempo libero / Musica

Commenta Stampa

Rassegna musicale "Solo a maggio" nel complesso San Giovanni Maggiore a Pignatelli


Rassegna musicale 'Solo a maggio' nel complesso San Giovanni Maggiore a Pignatelli
02/05/2012, 11:05

In occasione della diciottesima edizione di Maggio dei monumenti, l’associazione culturale Jesce Sole presenta una rassegna musicale unica nel suo genere “Solo a maggio” in cui artisti affermati a livello internazionale si esibiranno nella dimensione solistica nel complesso di San Giovanni Maggiore a Pignatelli riaperto proprio quest'anno, dopo 42 anni, con il concerto di Moni Ovadia dello scorso gennaio.

Artisti come Valentina Crimaldi, Mario Formisano, Carlo Lomanto, Ciccio Merolla, Antonio Onorato, Francesco Villani, Riccardo Veno e Luca Pugliese, saranno protagonisti di performance capaci di offrire al pubblico atmosfere che metteranno in luce tutte le potenzialità di ogni strumento, anche di quelli che sembrano più difficili da apprezzare se estrapolati da un ensemble più ampio. Questi viaggi musicali si tramuteranno in vere e proprie serenate d’amore che gli artisti dedicheranno al monumento che li ospita. Ad aprire ogni concerto, gli attori Loredana Simioli e Gennaro Silvestro declameranno brani, poesie e citazioni tratti dai più importanti testi di autori che hanno descritto Napoli, i suoi monumenti e i suoi colori.

“Solo a maggio” è un progetto che vuole raccontare la città di Napoli, fucina di talenti musicali, andando oltre la tradizione della canzone, regalando a cittadini e turisti quel respiro internazionale grazie al virtuosismo dei musicisti che durante tutti i week-end del mese di maggio fino al 2 giugno daranno nuova luce alla basilica di San Giovanni Maggiore a Pignatelli (Rampe San Giovanni Maggiore, su via Mezzocannone). Le tracce paleocristiane, le atmosfere barocche fuse con i resti medievali, saranno scenografia unica dell’eleganza di Francesco Villani, dei riff di Antonio Onorato, dei flauti etnici di Riccardo Veno, dei ritmi e delle sonorità mediorientali che si fondono col Mediterraneo nel sound di Ciccio Merolla, per uno spettacolo davvero imperdibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©