Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Ravello: recital di fine anno all'auditorium Niemeyer


Ravello: recital di fine anno all'auditorium Niemeyer
29/12/2011, 16:12

Concerto di fine anno all’Auditorium Niemeyer di Ravello con la virtuosa pianista Maria Gabriella Mariani. La compositrice napoletana si esibirà sabato 31 dicembre nel corso di un recital con musiche inedite

Ama considerarsi interprete e si mette in gioco con tutta se stessa, in una pluralità di linguaggi espressivi che rivelano la sua poliedrica personalità di astista in cui musica e narrazione si completano con felice sintonia. Si tratta della compositrice e talentuosa pianista napoletana Maria Gabriella Mariani che sabato 31dicembre a Ravello, sarà protagonista di un importante recital di fine d’anno in programma alle ore 11,30 presso l'Auditorium Oscar Niemeyer.

Promosso dall’EPT di Salerno in collaborazione con la Fondazione Ravello, l'evento vedrà l’artista-solista esibirsi in sue musiche al pianoforte, tra cui alcune in anteprima assoluta, che mettono in luce un ardito e svettante virtuosismo, nonché una tavolozza timbrica alquanto variegata capace davvero di suscitare forti suggestioni nell’ascoltatore.

Le composizioni della Mariani, in parte già eseguite con successo per importanti istituzioni concertistiche, rientrano in un progetto iniziato nel 2008, salutato con lusinghiere critiche da riviste specializzate, con cui l’artista sta sperimentando un diverso modo di raccontare attraverso la sua musica, atmosfere di vicende e racconti da lei stessa scritti nei suoi libri con cd.

NOTE BIOGRAFICHE
Maria Gabriella Mariani, napoletana, ex bambina dal talento assai precoce, oggi è un’affermata e talentuosa pianista, concertista di successo, sensibile e attenta compositrice. Formatasi artisticamente in Italia, Francia e America, dopo gli esordi a 13 anni al Rimini Aterforum in cui si impose all’attenzione di autorevoli critici con musiche dagli Studi Trascendentali di Liszt, ha tenuto concerti per le più importanti istituzioni concertistiche in Italia, Germania, Belgio, Spagna, riscuotendo sempre l’interesse della critica per una peculiare e raffinata propensione alla ricerca timbrica ed interpretativa oltre che per il brillante temperamento. Parallelamente, ha coltivato anche un’antica passione letteraria, che dapprima si è manifestata nel romanzo “Presenze”, poi in “Consonanze imperfette” e infine nella raccolta di novelle “Riflessi”. Tutti i suoi libri, intimamente legati alla musica, sono corredati di cd di sue composizioni eseguite in tutta Italia e in Svizzera per prestigiosi Enti ed istituzioni concertistiche. Dopo i successi di critica e pubblico per il suo “Fun Tango. Tre irradianti di un’unica matrice”, eseguito al Teatro San Carlo nel 2011, nel 2012 è attesa nuovamente al Massimo napoletano con la prima esecuzione assoluta di “Echi” e “Fiori di fuoco”. A Roma, in maggio, con l’anteprima assoluta di “Pour Jouer”, altro suo inedito brano pianistico, aprirà il Premio Internazionale pianistico “Aldo Ciccolini” di cui è membro della giuria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©