Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Relax, natura e buona tavola a pasqua? Scelgo l’agriturismo


Relax, natura e buona tavola a pasqua? Scelgo l’agriturismo
03/04/2012, 14:04

Saranno molti coloro che sceglieranno di trascorrere le vacanze di Pasqua nel pieno relax, a contatto con la natura e assaporando il gusto della buona tavola anche nelle zone collinari come, ad esempio, il Sannio, l’Irpinia o la Penisola Sorrentina. Molti gli agriturismi della Campania, 750 circa, in grado di conciliare tutti questi ingredienti che fanno di una semplice vacanza la soluzione ideale per coloro che vogliono abbinare al territorio l’enogastronomia, seguendo il ritmo della vita rurale. La vacanza verde è l’unica a crescere nonostante la crisi. A confermarlo è anche il sondaggio dell’associazione dei consumatori Adoc che indica l’agriturismo come il locale preferito per festeggiare, con un incremento delle presenze del 3 per cento, che evidenzia la voglia degli italiani di allontanarsi dal caos quotidiano delle città e di trascorrere il tempo libero all'aria aperta, ma anche il piacere di gustare i sapori del territorio negli agriturismo dove più radicate sono le tradizioni alimentari ed è ancora possibile gustare autentiche specialità regionali fatte con ingredienti genuini e ricette uniche del territorio.
“Molti agriturismi – precisano il presidente e il direttore della Coldiretti Campana, Gennarino Masiello e Prisco Sorbo- mettono a disposizione anche spazi attrezzati per pic-nic all'aria aperta che rispettano le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all'acquisto dei prodotti aziendali”. La vacanza verde è spesso abbinata all’enogastronomia locale grazie alla presenza in Italia della più grande varietà di percorsi turistici legati all'enogastronomia con 142 strade dei vini e dei sapori lungo le quali assaporare le molteplici tipicità del territorio e in Italia sono “aperti al pubblico” per acquistare prodotti enogastronomici 63mila frantoi, cantine, malghe e cascine ma anche centinaia di mercati degli agricoltori di Campagna Amica. “Se la buona tavola è una delle ragioni principali per scegliere l'agriturismo, sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l'equitazione, il tiro con l'arco o il trekking – aggiunge Filomena Caccioppoli presidente regionale Terranostra - ma non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici. Inoltre, quasi la metà degli agriturismi viene incontro anche alle esigenze di chi ama portare con sè gli animali in vacanza”.
Il Belpaese può contare anche sulla leadership europea nella produzione biologica e nell'offerta di prodotti tipici con ben 241 denominazioni di origine riconosciute a livello comunitario e 4606 specialità tradizionali censite dalle regioni, mentre sono 511 vini a denominazione di origine controllata (Doc), controllata e garantita (Docg) e a indicazione geografica tipica (Igt). Per scegliere la vacanza in agriturismo è possibile consultare le guide specializzate come “Agriturismo” edito dall'Istituto Geografico De Agostini che raccoglie le aziende associate a Terranostra o ricercare su internet dove è presente il sito www.campagnamica.it con una selezione di quasi millecinquecento agriturismi che possono essere scelti attraverso un motore di ricerca per tipo di ospitalità, collocazione geografica, prezzo e servizi offerti, compreso il benvenuto agli animali.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©