Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Retrospettiva sui film premi Goya del cinema spagnolo all'Instituto Cervantes di Napoli


Retrospettiva sui film premi Goya del cinema spagnolo all'Instituto Cervantes di Napoli
05/12/2011, 13:12

Cultura ispanoamericana contemporanea, sperimentazione visiva, caratteri intensi e storie metropolitane di persone speciali sono i punti cardinali della nuova edizione di “Recorrido por los premios Goya - Percorso ai Goya”, un’avventura cinematografica che dal 12 al 21 dicembre 2011 verrà ospitata nell’auditorium dell’Instituto di cultura Cervantes di Napoli.

Ogni anno l’Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche di Spagna riconosce il lavoro di artisti e tecnici del mondo del cinema nella cerimonia dei Premi Goya. In questo ciclo partenopeo, stavolta, verranno proposti alcuni dei lungometraggi insigniti dei vari riconoscimenti. Tra questi, ci sono le opere di registi già conosciuti ai più, per esempio Alejandro Amenábar e Jaime Chávarri, ma anche produzioni di autori che presto si riveleranno anche al circuito cosiddetto “mainstream”, quali possono esserlo titoli come “Azul Oscuro Casi Negro” o “Camarón”. Insieme, nella medesima retrospettiva, per offrire agli spettatori una visione completa del cinema spagnolo attuale in un arco temporale che galleggia dal 1997 al 2008. Fra drammi e ironie. Tra la violenza e gli snuff-movie di “Tesis” e l’adolescenza periferica narrata in “Barrio”. In un profondissimo dilemma tra vita e morte per “Mare dentro” e alla ricerca della verità essenziale del canto flamenco in “Camarón”, ritratto in tre parti dedicato al geniale cantaor de la Isla. Fino agli stati d’animo umbratili e cangianti di “AzulOscuroCasiNegro”, al reportage sul musico pigro al centro di “Bajo las estrellas” e al racconto sulla malattia all’improvviso nel film “Siete mesas de billar francés”.

In proiezione, dal 12 dicembre alle 17, i film “Tesis” di Alejandro Amenábar, “Barrio” di Fernando León de Aranoa (13/12), “Mar adentro” di Alejandro Amenábar (14/12), “Camarón” di Jaime Chávarri (15/12), “Azul oscuro casi negro" di Daniel Sánchez Arévalo (19/12), "Bajo las estrellas" di Félix Viscarret (20/12), "Siete mesas de billar francés" di Gracia Querejeta (21/12). Tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©