Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

Rischia di chiudere la libreria del film "Notting Hill"

Il proprietario ha contratto debiti per 60mila euro

Rischia di chiudere la libreria del film 'Notting Hill'
25/08/2011, 17:08

Come di fa a non ricordare “Notting Hill”, il film in cui Julia Roberts da il meglio di se. La storia è quella di un amore tra un’attrice e in proprietario di una piccola libreria, sull’orlo della crisi, a causa della concorrenza spietata delle grandi catene. Quel film oggi diventa realtà. Rischia di chiudere  ’The Travel Bookshop’, la libreria sita nel noto quartiere londinese “Notting Hill” e che ha ispirato la pellicola che porta questo nome. Un annuncio sul social network Twitter da parte del proprietario Simon Gaul: “Buon giorno a tutti: da oggi scattano le due settimane alla chiusura. Giorni tristi ma abbiamo ancora il sorriso sui nostri visi: Grazie per tutti i vostri messaggi”. Sono scattate le mobilitazioni e le proteste da parte di attori, fan e clienti della piccola libreria. Ma la situazione non è molto semplice, dal momento che i debiti di Simon Gaul ammontanto a 60mila euro.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©