Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

Tutti i fine settimana fino a ottobre e dal 12 al 21 agosto

Ritornano le “Lune di Pompei” nella città sepolta


Ritornano le “Lune di Pompei” nella città sepolta
03/08/2011, 14:08

POMPEI – Dopo il grande successo ottenuto gli scorsi anni ritorna “Le Lune di Pompei” manifestazione  realizzata dal Comune di Pompei in collaborazione con la soprintendenza archeologica di Napoli e Pompei e finanziata dalla Regione Campania con fondi europei. Alla sua terza edizione “Le lune di Pompei” consiste in un percorso notturno all’interno della città antica più famosa al mondo che accompagnerà i turisti lungo gli scavi in tutti i fine settimana fino a ottobre e dal 12 al 21 agosto tutte le sere. Quest’anno il percorso è stato realizzato con la direzione artistica di Francesco Capotondo e sarà strutturato in “otto magiche lune” che raccontano altrettante storie di vita e di morte che faranno scoprire al visitatore tante notizie sulle abitudini dei cittadini della città sepolta, nella suggestiva cornice degli scavi al chiaror della luna.   Dunque in primo piano il culto della morte nella Necropoli e la tragedia improvvisa nell’Orto dei Fuggiaschi, dove il si potranno osservare i calchi delle vittime dell’eruzione, ma anche la visita al profumiere nella Via dei Mercanti e la scoperta dei misteriosi riti dedicati da Ottavio Quartione alla dea Iside. Si passerà poi alla vita operosa nella Casa della Nave Europa fino alle feste del popolo nella grande Arena.  “L’edizione 2011 de Le Lune di Pompei – ha spiegato il project manager dell’evento Antonio Ciampaglia – confermano la nostra strada tesa a confezionare un prodotto turistico per la fruizione dei beni culturali che unica storia e tecnologia per dare al pubblico emozioni ed esaltare la bellezza del sito archeologico”. Tra le novità di questa edizione  una proiezione tridimensionale che restituirà l’immagine di una Pompei antica virtuale ancora viva e operosa.
 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©