Cultura e tempo libero / Archeologia

Commenta Stampa

Enorme scoperta scientifica risultante dal DNA

Roma, capitale multietnica già 12 mila anni fa


Roma, capitale multietnica già 12 mila anni fa
08/11/2019, 15:50

ROMA - Che la Roma imperiale fosse un crocevia di razze e di popolazioni, con cittadini provenienti da tutte le province dell'Impero era già noto. Meno noto era il fatto che la zona del Lazio era un luogo multietnico sin dai primi insediamenti umani. Ce lo dice una analisi del Dna fatta sugli scheletri di 127 individui. Già 12 mila anni fa il Dna mostrava una miscellanea, aumentata dalla presenza di agricoltori provenienti dal Medioriente a arrivati tra gli 8000 e i 5000 anni fa. Poi, tra i 5000 e i 3000 anni fa ci fu un'altro arrivo, piuttosto massiccio, dalle steppe ucraine. Poi, quando Roma cominciò a diventare la città più importante del Mediterraneo, cominciarono ad arrivare persone dalle province sottomesse: greci, balcanici, africani, mediorientali, ecc. Si trattava per lo più di mercanti che si stabilivano in Italia, sedtti dalle meravigli di un territorio sempre più esteso. Poi, verso la fine dell'Impero Romando d'Occidente, le malattie e le invasioni barbariche finirono per cancellare quasi completamente dal DNA l'influenza orientale. Mentre invece al loro posto si succedono ondate migratorie provenienti dall'Europa Occidentale e poi, dopo l'anno 1000, dall'Europa centrale e orientale. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©