Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Roma, CASSANDRA di Francesca Frascà al Teatro Trastevere


Roma, CASSANDRA di Francesca Frascà al Teatro Trastevere
28/02/2011, 12:02

Drammaturgia e regia Francesca Frascà,  Con Serena De Simone, Alessandro Epifani, Daniel Plat, Simone Serini,  Emilia Verginelli, Massimo De Filippis, Giovanna Donia, Emanuele Pierozzi, Lorenzo Guerrieri, Arianna D'Amico, Flaminia Lombardi, Luigia Pigliacelli, Eithel Di Tondo Dall’8 al 15 marzo 2011 – ore 21.00 TEATRO TRASTEVERE ROMA – Via Jacopa de’ Settesoli 3 (Tram 8).

Cassandra, la figlia di Ecuba e Priamo, la sacerdotessa di Apollo, la veggente, attende davanti alla porta dei leoni di Micene che il suo destino si compia. Agamennone l'ha condotta con sé da Troia distrutta. Questa è la situazione da cui muove il racconto di Christa Wolf, Cassandra, una situazione simile a quella tratteggiata nell'Agamennone eschileo, e a cui la riduzione teatrale si ispira. Ma il racconto non avanza nel nuovo (come in Eschilo), scivola invece all'indietro, fornendo frammenti di un'infanzia femminile, attraversando la guerra di Troia. Il ritmo della narrazione porta la protagonista a svelare tutte le finzioni tessute dal suo Palazzo sull' intera Troia, fino a passare dall'uso di un dono, la veggenza, in maniera conforme al potere all'uso di quello stesso dono in funzione oppositiva. Cassandra dirà "no" alla guerra e si unirà alle comunità femminili dissidenti dello Scamandro, alle donne che si incontrano per discutere e conoscersi e coltivare la memoria e il sogno di una società incruenta e femminile. Nella nuova società che si va affermando - caratterizzata dalla cecità del recingere, delimitare, censurare - Cassandra mostra come una donna impara a "vedere" a dispetto della volontà degli dei e di quella degli uomini.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©