Cultura e tempo libero / Mostre

Commenta Stampa

Roma, inaugurazione IL TERZO INVERNO: personale di Zaelia Bishop


Roma, inaugurazione IL TERZO INVERNO: personale di Zaelia Bishop
16/02/2011, 10:02

Inaugura domani a partire dalle ore 19.00 ed è visitabile dal 18 febbraio al 14 aprile la mostra “Il Terzo Inverno. Brevi racconti sul naufragio” di Zaelia Bishop, a cura di Francesco Paolo Del Re, negli spazi della Galleria Ingresso Pericoloso di Roma.

Terza personale dell’artista romano di vocazione mitteleuropea e terza tappa espositiva del progetto dei Diari dal Dedalo, la mostra trascina il visitatore in un inabissamento nell’eterna stagione di crudeltà che è la fanciullezza.

Zaelia Bishop è un dandy postmoderno, personaggio affascinante e senza tempo, apparentato alla schiatta di grandi villains e criminali esteti, che gioca con la morte e il suo immaginario, mescolando glamour e tabù, echi arcani e neobarocchismi di vanitas contemporanee.

I temi che permeano tutto il corpo del lavoro di Zaelia Bihop sono il passaggio inesorabile del tempo, che preserva disseminando e poi logora, e il senso della perdita irrimediabile a esso connesso. Quindi il dolore, la morte, la preparazione e l’elaborazione del lutto di chi sa di andare perdendo, ogni istante, una parte della propria memoria.

Le opere dell’artista sono assemblage materici di grande fascino e potere evocativo. La mostra si dispiega nello spazio della galleria con interventi installativi che legano le singole opere in una wunderkammer abitabile. Echeggia il richiamo di una costellazione di segni oscillanti tra l’abisso del naufragio e la propulsione irrisolta della vampa dell’incendio, nel formidabile tentativo di lacerare l’involucro dell’adolescenza per un balzo nella direzione imprecisata di un passaggio di stato e di condizione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©