Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Roma, seconda Conferenza annuale di diritto dell’energia


Roma, seconda Conferenza annuale di diritto dell’energia
31/03/2011, 14:03

Roma, 6 e 7 aprile 2011 – Il Gestore dei Servizi Energetici e l’Università di Roma Tre, con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico, promuovono la seconda Conferenza annuale di diritto dell’energia che quest’anno è dedicata al regime giuridico delle infrastrutture energetiche.

Saranno presenti l'On. Romani, il presidente del GSE Emilio Cremona e i professori Giulio Napolitano ed Andrea Zoppini.

L'iniziativa, che si terrà a Roma presso l’Auditorium via Veneto, si propone come occasione di incontro tra operatori ed esperti del settore energetico ed è finalizzata a promuovere lo studio degli aspetti giuridici di carattere internazionale, comunitario e nazionale di maggiore rilevanza relativi ai temi delle infrastrutture dell’energia.

Tra le finalità del dibattito quelle di evidenziare la centralità del ruolo che le infrastrutture energetiche rivestono per la politica energetica nazionale: partendo dalla certezza dell’approvvigionamento, passando per l’integrazione delle fonti di energia rinnovabili nel sistema elettrico, fino alla massimizzazione dell’efficienza dei mercati energetici interni.

I temi al centro della conferenza saranno concorrenzialità e sviluppo. Le migliori condizioni per lo sviluppo di infrastrutture e di concorrenza presuppongono una regolamentazione trasparente e certa nel lungo periodo, che garantisca l’accesso a tutti gli utilizzatori delle reti energetiche e la realizzazione di opere essenziali al funzionamento del Paese. La stabilità del sistema in un quadro così definito, inoltre, diminuisce il rischio per gli operatori, consentendo il finanziamento degli investimenti in una logica di remunerazione di lungo periodo.

Le infrastrutture di rete sono fondamentali per raggiungere l'obiettivo europeo della creazione di un vero mercato interno dell'energia. L'integrazione delle reti è infatti la chiave indicata dall'UE per gestire al meglio le varie fonti di energia, promuoverne una riduzione dei costi e garantire una maggiore sicurezza nell'approvvigionamento energetico.

La prima giornata della Conferenza vedrà protagonista il dibattito scientifico con gli interventi accademico-giuridici. Mentre la seconda, che sarà chiusa dall’intervento del Ministro dello Sviluppo Economico, l’On.le Paolo Romani, ospiterà le principali imprese del settore energetico.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©