Cultura e tempo libero / Cinema

Commenta Stampa

Si prepara un'ondata di risate (e un mare di polemiche)

Sacha Baron Cohen torna: adesso è "Bruno"


Sacha Baron Cohen torna: adesso è 'Bruno'
23/10/2009, 22:10

Sacha Baron Cohen torna sul grande schermo, e lo fa con un film “politicamente scorretto”. Lo avevamo conosciuto con Ali G, ci aveva sorpreso con Borat, adesso veste i panni di Bruno: un gay pazzo per la moda, intenzionato a diventare la più grande celebrità austriaca.
Il comico austriaco si era già guadagnato i riflettori con le polemiche successive al film “Borat”, nel quale interpretava un giornalista kazako e che gli valse un Golden Globe e la candidatura agli Oscar nelle categorie Best Writing e Adapted Screenplay. Le polemiche, questa volta, arriveranno di sicuro. E saranno sicuramente più ampie: con “Bruno”, infatti, l’attore prende di mira tutto e tutti.
La trama è semplice: Bruno è un ragazzo gay pazzo per la moda che conduce un famoso programma che va in onda nella fascia notturna in tutti i paesi dove si parla il tedesco, Germania esclusa; vuole diventare l’austriaco più famoso sin dai tempi di Hitler, e come strategia sceglie di spostarsi da una parte all’altra della Terra alla ricerca disperata di fama e amore. Per inseguire il proprio obiettivo Bruno arriva in America, che sarà scenario di battute discutibili, scherzi di pessimo gusto, gaffe a non finire.

Commenta Stampa
di GF
Riproduzione riservata ©