Cultura e tempo libero / Teatro

Commenta Stampa

Salerno, “Teatrando al Quadriportico”

Primo spettacolo ad opera della compagnia salernitana

Salerno, “Teatrando al Quadriportico”
06/07/2013, 10:09

SALERNO - Partita la quarta edizione di “Teatrando al Quadriportico”. La famosa kermesse di teatro comico amatoriale, che ogni anno scandisce l’estate salernitana, è cominciata ufficialmente ieri con un assaggio inaugurale condito di prosa, musica e danza. Ma il primo vero spettacolo andrà in scena stasera, sabato 6 luglio: ad aprire le danze saranno proprio gli organizzatori dell’evento, “‘E Sceppacentrella”, che presenteranno la commedia di Eduardo Scarpetta “Mettiteve a fa’ l’ammore cu me!”, per la regia di Ciro Marigliano e Giovanna Memoli. L’appuntamento è, per tutti gli spettacoli della rassegna, alle ore 21 al Quadriportico S. Maria delle Grazie, in largo Giovanni Luciani 1, nel centro storico di Salerno (nei pressi dei Giardini della Minerva, raggiungibile con ascensore pubblico da largo Matteo D’Aiello, nel rione Fornelle). L’ingresso è completamente gratuito.

La compagnia teatrale de ‘E Sceppacentrella muove i primi passi nel febbraio del 1997 per iniziativa di un piccolo gruppo di amici. Nel corso degli anni, con l’avvicendarsi di nuovi componenti e con un crescente successo di pubblico, la compagnia ha acquisito una precisa conformazione e originalità, fondando prevalentemente la propria espressione artistica sulla tradizione classica partenopea. Ma è nel giugno del 2004 che nascono ufficialmente ‘E Sceppacentrella, che prendono questo nome rifacendosi a un passaggio della celeberrima commedia di Scarpetta “Miseria e nobiltà”. La loro è una passione sconfinata per il teatro, un amore morboso, fervido, quasi una “malattia”: una ‘sceppacentrella’, appunto.
Dopo anni di esperienza, contraddistinti dalla costante voglia di crescere e migliorare, il mese di maggio 2013 vede la nascita dell’associazione culturale Planum Montis come naturale evoluzione della compagnia de ‘E Sceppacentrella. Immutate le finalità: praticare, promuovere e diffondere la cultura e l’arte del teatro, ispirando la propria attività ai valori umani, ma allo stesso tempo lavorare per il recupero dell’identità storica del Paese e incoraggiare i più giovani a partecipare ad attività culturali e ricreative.

’Teatrando al Quadriportico’ è nata quattro anni fa con l’intento di far conoscere la parte alta della città e scacciare la paura che aleggiava nei confronti di questa zona. La spinta che anno dopo anno ci fa andare avanti nell’organizzazione di questa manifestazione è la volontà che essa diventi un evento per tutti i salernitani”. Queste le parole del presidente dell’associazione Planum Montis, Giuseppe Giardullo. “Il successo di un evento è decretato dal pubblico – continua – e la gratuità di questa rassegna non è indice di un prodotto mediocre, anzi è l’occasione per tante compagnie di avere un minimo di visibilità che altrimenti non avrebbero”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©