Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Salvatore Gisonna racconta la crisi col suo nuovo esilarante spettacolo


Salvatore Gisonna racconta la crisi col suo nuovo esilarante spettacolo
08/04/2011, 12:04

Son Music Live presenta Salvatore Gisonna in "POCHE IDEE… MA BEN CONFUSE" con  Luisa Esposito, Viviana Giuda e Antonio Guido Larry Del Prete Band coreografie Naike Orilio costumi Giovanna Schioppa scene Antonio Silvestre regia Ciro Ceruti da giovedì 14 a domenica 17 aprile 2011 Teatro Bracco – via Tarsia 40, Napoli infoline 081 564 5323.

C’è crisi! Crisi e confusione. Di ruoli, valori, qualità. Ma si deve reagire, anche ridendo. Salvatore Gisonna – protagonista in televisione di “Made in Sud”, su Comedy Central - lo sa fare. Cioè: ci sa fare. L’artista napoletano sa stare su un palco e intrattenere, coinvolgere. Essere calamita delle ansie del pubblico e trasformare il suo stato d’animo da rabbia in buonumore. Eccole le doti di “Poche idee… ma ben confuse”, il suo nuovo one-man-show, in cartellone al teatro Bracco di Napoli da giovedì 14 a domenica 17 aprile (biglietti 12/15 Euro).

Chi meglio di un bancario prestato al cabaret – ma forse è il caso di dire di un cabarettista che è direttore di una filiale di banca – può raccontare l’epoca che stiamo vivendo? L’immobilismo della società, anestetizzata davanti alla tv, alle prese con una realtà che supera qualsiasi finzione. La vita reale diventa a questo punto palcoscenico, mostrando la tragicomicità dei gesti, dei comportamenti, delle mode e delle vicissitudini che ci accompagnano ora dopo ora. Il nuovo spettacolo dell’attore è una sorta di work in progress che, in due atti da 45 minuti ciascuno, mette in scena le paure e le contraddizioni del nostro tempo. Tra sketch esilaranti, assaggi di prosa, monologhi, riflessioni amare, canzoni e qualche ballo prende forma un set che narra le varie forme di crisi: economica, coniugale, esistenziale, mistica. Il testo nasce dall’attualità e da tutto quel che ci circonda, e ha come bersaglio la politica, gli scandali continui, l’economia, i personaggi televisivi, i falsi miti, ma anche semplici episodi di vita quotidiana. Fino a un gioioso amarcord che riporta la platea agli anni ’80 e ’60.

Al fianco di Salvatore Gisonna, stavolta, troviamo l’attrice Luisa Esposito - una moglie pragmatica e ossessiva – e il canto di Viviana Guida e Antonio Guido. A Larry Del Prete - famoso al pubblico per i successi di “Furore” su RaiDue – e alla sua band sono affidate invece le musiche, mentre le coreografie sono curate da Naike Orilio, reduce da “I raccomandati” su RaiUno. La regia dell’allestimento è, invece, di Ciro Ceruti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©