Cultura e tempo libero / Spettacolo

Commenta Stampa

Divertimento e buon umore con i nuovi comici italiani

San Giorgio a Cremano. Mimmo Fortezza vince il premio Alighiero Noschese


San Giorgio a Cremano. Mimmo Fortezza vince il premio Alighiero Noschese
23/03/2011, 20:03

Trentadue anni fa moriva Alighiero Noschese, le cui spoglie mortali si trovano nel cimitero di San Giorgio a Cremano. La stessa cittadina vesuviana ha istituito il Premio Alighiero Noschese, un progetto, ormai giunto alla quinta edizione, promosso e organizzato dal Comune di San Giorgio a Cremano – Istituzione Comunale “Premio Massimo Troisi” - per offrire ai giovani talenti la possibilità di esprimersi.
La sera del 12 marzo, presso le ex fonderie Righetti in San Giorgio a Cremano, si sono alternati sul palco imitatori e trasformisti, degni eredi del Fregoli degli anni ’70. La serata, all’insegna del divertimento e della comicità, è stata presentata da Enzo Calabrese e Anna Papasso e ha visto passare in rassegna i cinque finalisti del prestigioso premio: Mimmo Foresta, Andrea Belotti, Paolo Martino, Enzo Guariglia ed Eugenio Corsi, che hanno superato le selezioni nelle scorse settimane. Mimmo Fortezza ha vinto il trofeo realizzato dall’artista futurista Renato Barisani e un’avviata carriera nel mondo dello spettacolo. Mimmo Fortezza in pochi minuti ha imitato e caratterizzato personaggi tutti femminili come Ornella Vanoni, Loredana Bertè, Gianna Nannini e tante altre note cantanti italiane. Le voci di Mimmo Fortezza sembrano essere quelle originali, come se fosse stata una registrazione. Il camaleontico artista di Nola ha saputo ben calibrare i tempi, i costumi, il trucco e le voci per offrire al numeroso pubblico presente una carrellata dei personaggi più amati e imitati dello spettacolo italiano.
Ospite d’onore della divertente serata è stato Dario Ballantini, il popolare inviato di Striscia la notizia che ha imitato Vasco Rossi, Gianni Morandi e il famoso stilista di alta moda Valentino. L’artista toscano non è mai uscito, nemmeno per un istante, dai personaggi che imita. Ballantini ha la capacità di immedesimarsi a tal punto da dare l’illusione di essere al cospetto dell’energetico Blasco, o del noto cantante bolognese Gianni Morandi o dell’espressione dell’eleganza e della classe Made in Italy Valentino.
La serata è proseguita a colpi di risate con l’incursione di tanti ospiti, cantanti e trasformisti come Lello Cibelli, Francesco Cicchella, ex vincitore del Premio Alighiero Noschese, Pino Guerriera ed Enzo Costanza.
 

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©