Cultura e tempo libero / Eventi

Commenta Stampa

Un uomo che legge ne vale due

San Giuseppe Vesuviano: Festival del Libro e della Scrittura


San Giuseppe Vesuviano: Festival del Libro e della Scrittura
25/10/2010, 11:10

Grande successo di pubblico e di critica per la IVª edizione del Festival del Libro e della Scrittura, presentato nel Gazebo - Festival, in Piazza Elena d’Aosta, a San Giuseppe Vesuviano, il 22 e il 23 ottobre.
Il direttore artistico Marzio Di Mezza è entusiasta di questa manifestazione che ha avuto il patrocinio del Comune di San Giuseppe Vesuviano, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Presidenza del Consiglio Regionale della Campania, la Provincia di Napoli e l’Ordine dei Giornalisti della Campania.
La kermesse letteraria ha dato ampio spazio all’incontro con molti autori di spicco. Venerdì 22 ottobre Gaetano Amato, autore del volume “Il Paradiso può attendere. A volte”, Graf/Testepiene, è stato intervistato dagli studenti ospiti del Festival. Subito dopo il giornalista e scrittore pugliese Pino Aprile ha presentato “Terrori” Piemme editore. Presenti per l’occasione: Clelia Mazzoni, Preside della facoltà di Economia, presso l’Università SUN, Federico Alvino, Preside facoltà di Giurisprudenza, presso l’Università Parthenope, Antonio Agostino Ambrosio Sindaco di San Giuseppe Vesuviano. La moderazione del dibattito è stata affidata a Pierpaolo Petino. In serata Enrico Varriale, giornalista e conduttore televisivo napoletano, ha presentato “A bordo campo” Graf/Testepiene. Presente l’attore della fiction “Un posto al sole” Germano Bellavia, mentre ha moderato l’incontro Salvatore Biazzo. Sabato 23 ottobre Andrea De Rosa ha presentato “La mia generazione dall’A alla Z” Edizioni Graus e Alessandro Fabbri ha presentato “Il re dell’ultima spiaggia”, Edizioni Bompiani. Ha moderato l’incontro Pina Greco. Grande attesa per Maria Pia Ammirati, vicedirettore di Rai Uno, originaria di San Giuseppe Vesuviano, con il libro “Se tu fossi qui”, Cairo editore, moderatore Marzio Di Mezza. Ammirati ha rivestito diversi ruoli come capo struttura Rai Uno, Responsabile “Uno Mattina” e “Linea Verde”, vicedirettore Tg1. ha esordito nel 2000 con il romanzo “I cani portano via le donne sole”, selezionato al premio Strega 2001, mentre nel 2005 è uscito “Un caldo pomeriggio d’estate” – Premio Grinzane – Cavour Calabria. Nel 1992 ha pubblicato un saggio sulla narrativa italiana degli anni Ottanta, “il vizio di scrivere, indagine sui nuovi scrittori italiani”. Da allora si occupa di narrativa italiana collaborando alle pagine culturali di giornali e riviste.
Diego De Silva, scrittore, giornalista e sceneggiatore napoletano ha presentato “Mia suocera beve” Einaudi editore, moderato da Marco Ferra e infine Peppe Lanzetta ha presentato “Racconti disperati” Pironti editore, moderatore Carmine Aymone.
L’organizzazione è stata curata dall’Associazione culturale “Un uomo che legge ne vale due” ed è giusto ricordare che questa iniziativa è contro il sistema della camorra. Il Consigliere del Presidente della Repubblica italiana, Pasquale Cascella, in un messaggio recapitato alla direzione del Festival, ha così scritto: “Il libro costituisce una testimonianza attiva di memoria, di cultura e di civiltà e resta, anche in rapporto alle nuove tecnologie, uno strumento di approfondimento della conoscenza, del sapere e della circolazione delle idee”.

Commenta Stampa
di Rossella Saluzzo
Riproduzione riservata ©