Cultura e tempo libero / Tv

Commenta Stampa

Sanitalk, la seconda puntata del format tv discute di salute digitale


Sanitalk, la seconda puntata del format tv discute di salute digitale
17/04/2012, 11:04

Nato dalla sinergia tra il Consorzio Sanità, guidato da Alfonso Longobardi, ed il circuito Julie Italia, guidato da Livio Varriale, il nuovo format televisivo Sanitalk, per la sua seconda puntata, approfondisce il tema dell’informatizzazione della sanità e della salute digitale.
Per la puntata di aprile in studio con la giornalista Francesca Mari, che conduce il programma, gli ospiti sono stati: il dottor Francesco Amato, consulente informatico e Amministratore di Chorus Srl, il dottor Alfonso Longobardi, Presidente del Consorzio Sanità, e Paolo Trapani, Direttore responsabile di Sanitalk.
La trasmissione tv ha approfondito il tema della necessità di connettere le strutture sanitarie pubbliche e private ad un’unica rete integrata di assistenza. Il tutto sfruttando l’informatizzazione dei processi decisionali e dei percorsi terapeutici. Si è discusso, inoltre, dell’esigenza di collegare le strutture territoriali ed i medici di base così da ottimizzare le dinamiche, evitare gli sprechi e migliorare l’appropriatezza delle prestazioni.
Da qualche tempo il Governo si sta muovendo per porre le basi di un unico archivio, il Fascicolo Sanitario Elettronico, che conterrà tutte le informazioni riguardanti la salute del singolo cittadino. Ogni persona potrà accedere al proprio fascicolo utilizzando la tessera sanitaria che da pochi mesi è distribuita come Carta Nazionale dei Servizi. Con essa si potrà accedere ad una molteplicità di servizi.
Il programma tv Sanitalk trae origine dall’omonima rivista di salute e benessere che è nata a giugno del 2011 ed ha una tiratura mensile di 10mila copie circa.
La seconda puntata di Sanitalk andrà in onda sui canali Julie Italia (digitale terrestre 19); Telelibera (digitale terrestre 72); Tele Torre (digitale terrestre 110). Inoltre è possibile vedere la trasmissione sul portale www.julienews.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©