Cultura e tempo libero / Cultura

Commenta Stampa

SANREMO ATTO PRIMO


SANREMO ATTO PRIMO
26/02/2008, 11:02

Sanremo è sanremo, sanremo è fiumi d'inchiostro, fiumi di parole, la canonica settimana all'insegna del nazional popolare che ogni anno fa parlare gli italiani negli autobus e in metropolitana. La fotografia degli italiani si diceva un tempo, si forse un tempo... perchè oggi gli italiani vengono piuttosto male in foto e così Sanremo va avanti da sè con i suoi riti e miti triti e ritriti, concedetemi il gioco di parole.
Il Pippo nazionale si fa in dodici inquietanti sosia che invadono il palco dell'Ariston quasi a dire "questo l'ho inventato io..." e Piero Chiambretti, il lato fintamente politically scorrect della kermesse, inscena un breve amarcord delle dodici edizioni presentate da Baudo.
Ma veniamo alla gara canora: per fare prima a scrivere questo articolo prenderò un pezzo che ho scritto qualche anno fa, tanto i cantanti sul palco sono quasi sempre gli stessi, personaggi di nicchia potremmo dire, che hanno il pubblico sanremese a seguirli sempre e che propongono sempre le stesse canzoni... ma non c'è plagio, in fondo significa copiare dal proprio quaderno, niente di male.
Una canzone sull'omosessualità dai banalissimi contenuti, la performance afona e atona del Meneguzzi, povero pulcino bagnato su un palco che gli è congeniale ma sul quale mai riesce ad intonare una canzone, la solita melodia pseudoetnica del redivivo Bennato (Eugenio eh, perchè Eduardo non ci va a Sanremo), tra le altre, inducono a pensare: ma verrà un tempo in cui la canzone italiana riuscirà a svincolarsi da Sanremo? Ai posteri l'ardua sentenza...
Nel frattempo stasera si attendono altri big (!!!), Amedeo Minghi, Mietta (pare non riescano a partecipare separati a Sanremo), Loredana Bertè, Sergio Cammariere, Giò di Tonno e Lola Ponce, Finley, Gianluca Grignani, Little Tony, Tiromancino, Mario Venuti e altri sette giovani.
Per il momento non facciamo pronostici sul vincitore, attendiamo con ansia le performances di stasera... io, personalmente, farei vincere Anna Tatangelo che canta "in amore non c'è sesso, il brivido è lo stesso", a scrivere, e che dubbio c'è? Gigi D'Alessio: il tema sociale c'è tutto e anche la "neomelodia", in pieno rispetto della tradizione sanremese...

Commenta Stampa
di Serena Riviezzo
Riproduzione riservata ©

Correlati

12/05/2009, 14:05

Anna Tatangelo è incinta